“Il Natale che vorrei …”: a Trepuzzi tutto pronto per accendere l’albero fra luci, suoni, canti e colori

0
631

Il natale che vorrei a TrepuzziTrepuzzi (Le) – Le feste di fine anno, tra l’Immacolata e il Natale, sono uno dei momenti migliori per immergersi appieno nell’energia e vitalità di una tradizione secolare e concludere l’anno in un’atmosfera unica, ricca di colori, luci, musica, giochi e tante bellissime sorprese per i più piccoli. È con questo spirito che Venerdì 11 dicembre 2015, a partire dalle ore 17, a Trepuzzi l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con la Consulta per la Cultura, lo Sport ed il Tempo libero, le Associazioni Culturali locali e con la partecipazione degli alunni delle Scuole dell’Infanzia degli Istituti Comprensivi Polo 1 e 2 darà vita ad un evento che metterà insieme grandi e piccini.

 

“Il Natale che vorrei: festa di accensione dell’albero di Natale” è la manifestazione che animerà il vespro dell’antivigilia di Santa Lucia e radunerà tutti su Largo Margherita, nei pressi della Villa Comunale, per celebrare al meglio il Natale 2015 e dare luce ai nostri sogni. L’albero, la cui altezza è di circa 5 metri, è stato donato dal Gal Valle della Cupa, sarà illuminato dalla Ditta Perrotta ed addobbato dagli stessi bambini che, subito dopo, allieteranno con i loro canti l’intera piazza. Il tutto condito da Pop Corn e zucchero filato.

“L’accensione delle luci di Natale, in questo momento storico – dichiara il Sindaco di Trepuzzi, Oronzo Valzano – ha un valore particolare. Il coinvolgimento della comunità attraverso le associazioni, le Parrocchie, scuole e di quanti, singoli cittadini, sono emotivamente partecipi, rappresenta un bel momento di incontro per la comunità intera. Non vogliamo escludere nessuno da questa semplice cerimonia, ma coinvolgere anche chi ha fede e tradizione diverse. Particolare significato assume il coinvolgimento dei bambini che affideranno agli alberi i loro pensieri”. E conclude: “In piazza addobberemo anche degli Ulivi, a significare il legame forte tra questi alberi e la comunità tutta”.

Al Sindaco, fa eco Francesco Morelli, presidente della locale Consulta per la Cultura, lo Sport ed il tempo libero: “Il Natale che vorrei…, a noi è piaciuto definirlo cosi, non a caso, i principali artefici di quello che sarà l’inizio del Santo Natale nel nostro Paese, saranno proprio i bambini di Trepuzzi. La dolcezza, la spontaneità, l’innocenza, la semplicità, la trasparenza e la bellezza che ogni bambino conserva dovrebbe essere per noi un punto di riferimento,
Venerdi 11, con loro, vorremmo ritrovare e riscoprire, quella autenticità di una vita spesso dimenticata e il più delle volte imbruttita dagli adulti. A nome della consulta ringrazio le docenti delle scuole dell’infanzia del polo 1 e polo 2 che fin da subito hanno abbracciato il progetto, con loro tutta l’Amministrazione Comunale, il GAL e le Associazioni, che da sempre coadiuvano e partecipano ai progetti della consulta, segno di coesione e volontà di intenti che ci fanno ben sperare ad un futuro sempre ricco di belle iniziative”. 

Direttore Responsabile Paisemiu.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCantami del Salento, Mino De Santis a Squinzano
Next articleIl Governo contro il Sud