I fratelli Carofiglio a Lecce: scrivere insieme ci ha sorpreso

0
408

CarofiglioLecce – Si è tenuto lo scorso venerdì, 28 marzo alle 18.00, un interessantissimo incontro letterario organizzato dalla libreria Palmieri. I fratelli Carofiglio, Gianrico e Francesco, sono stati invitati presso la sala Convegni della “Torre del Parco” per presentare ben due romanzi: il nuovissimo “La casa nel bosco”, scritto a quattro mani, e “Il bordo vertiginoso delle cose” ultimo lavoro dell’ex magistrato che ormai si dedica completamente alla scrittura.

Il benvenuto è stato dato dalla signora Anna Palmieri, che ha esordito ringraziando i numerosi presenti in sala, in particolare i “fedelissimi” che partecipano alle iniziative della libreria. A dialogare con gli scrittori, quindi, Antonio De Mitri, giovane ingegnere con la passione per la poesia, che ha invitato per primo Gianrico Carofiglio, a parlare de “Il bordo vertiginoso delle cose”: un libro in cui chiunque si potrebbe rivedere.

Gianrico, infatti, nel romanzo  racconta il momento in cui il protagonista, uno scrittore, compie un salto nel suo passato a causa di una circostanza violenta e si ritrova a “ripercorrere” la strada della sua vita, fino a fare inevitabilmente i conti col suo presente.
Passando poi al nuovo romanzo “La casa nel bosco”, edito da Rizzoli e scritto insieme al fratello minore, Antonio De Mitri ha invitato a partecipare al dibattito lo stesso Francesco Carofiglio, scrittore,  regista e illustratore. I fratelli hanno spiegato con ironia, e forti di una complicità da fare invidia a una coppia esperta di cabarettisti, come è nato questo progetto che li vede insoliti “compagni di scrittura”. Il libro parla di due fratelli diversi e che nemmeno si frequentano tanto, che si trovano costretti a passare qualche ora insieme nell’ultimo viaggio verso la casa di famiglia in cui villeggiavano da piccoli che sarà presto venduta. Questa diventerà occasione inaspettata per scambiarsi sensazioni e ricordi e anche per conoscersi un po di più e sorprendersi.

{gallery}Gallerie/carofiglio{/gallery}
Così come nel libro, i cui dialoghi tra fratelli alternano comicità e commozione, durante l’incontro i due autori si sono inseguiti in un botta e risposta di battute e “punzecchiate”, quasi un  ping pong di parole che ha catturato l’attenzione del pubblico e non poche risate. Prima di fermarsi con i loro lettori per firmare le copie e
fare qualche foto, Francesco e Gianrico hanno risposto con piacere alle numerose domande poste dal pubblico e hanno raccontato che grazie a questa esperienza di scrivere insieme, si sono sorpresi a riscoprirsi come fratelli e come uomini.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCortometraggio “La zona avvelenata”: al Cineporto di Lecce oggi i casting
Next articleL’analisi: due minuti bastano a complicare ancor di più il finale