“Allacciate le cinture” a Lecce. Per Ozpetek tavolini nel cortile del Convitto e il “Caffè Italiano” diventa “Caffè Tarantola”.

0
3297

Caffè TarantaLecce – In via Cairoli stasera alle 18.00 il regista Ferzan Ozpetek accenderà ancora le macchine da presa per il suo nuovo film. Si girerà per “Allacciate le cinture di sicurezza”, ultimo progetto cinematografico del regista turco, che lo terrà impegnato fino a Giugno.

Ozpetek, dunque, sceglie nuovamente Lecce, la città che gli aveva conferito la cittadinanza onoraria dopo le riprese del film del 2010 “Mine Vaganti”. Galeotto è ancora una volta il cortile dell’ex Convitto Palmieri, i cui gradini, proprio in “Mine Vaganti”, accoglievano le intime confidenze dei due fratelli omosessuali che, sino ad allora, si erano guardati con altri occhi.

Questa sera però, una delle più belle meraviglie architettoniche di Lecce, ospiterà i tavolini del baretto antistante: il piccolo “Caffè Italiano”, infatti, ha acquisito uno stile un po’ retrò ed è stato rinnovato per l’occasione, diventando il “Caffè Tarantola”. Nel cast anche Kasia Smutniak, Francesco Arca e tante altre comparse del posto, com’è solito del regista. Caffè Tarantola

A noi, dunque, non resta che fare attenzione per le vie del centro storico di Lecce e aspettare la prossima location che diventerà il set di “Allacciate le cinture di sicurezza”.

{loadposition addthis}