“Emily, il musical” al Teatro Comunale di Novoli il 18 e 19 maggio

0
547

Novoli (Le) – Dopo il grande successo nella serata del debutto, prima delle due repliche per “Emily, il musical” a Novoli. L’opera inedita di teatro musicale, interamente prodotta nel Salento, è stata scritta dalle 25enne pianista Dalila Arnesano, prodotta da Studio Novae sotto la direzione artista di Francesco Politi e portata in scena dalla neonata compagnia“C’era una volta”.

Venerdì 18 e sabato 19 maggio dalle ore 20.30, sarà ancora il Teatro Comunale di Novoli ad ospitare la fiaba ispirata all’antica leggenda russo-ebraica, “La sposa cadavere”, che nel 2005 aveva dato spunto a “Corpse Bride”, pellicola d’animazione per il cinema di Tim Burton.

Chiara Gaetani ed Emanuele Mello insieme a Francesca Santo Luca Mazzotta racconteranno in musica rispettivamente le storie di Emily e Tristan e di Victor Van Dort e della sua fidanzata Victoria Everglot, in un continuo passaggio surreale dal mondo dei vivi a quello parallelo dei morti, tra realtà e fantasia, leggenda e sogno. A Francesco Spagnolo, Gianluca Leaci, Paolo Leaci, Eugenio Miglietta Sozzo, Anna Rita Mangeli, già protagonisti in passato delle scene novolesi, il compito di completare il cast artistico composto da Mirella Aierba, Pierluigi Cosma, Emanuele Podo, Matilde Mazzotta, Lilian Ruggio, Agnese De Matteis, Mario Seclì, Maria Rosaria Scolozzi, Giacomo Petrelli, Chiara Metrangolo, Alessandra Paladini e Clarissa Rucco (da L’Ecole de Danse di Ninfa Fersini).

Quasi tutti giovani e giovanissimi novolesi, alcuni alla loro prima esperienza importante, sicuramente tutti attori non professionisti accomunati da una profonda passione per il teatro. Di fondamentale importanza, infine, la collaborazione sinergica con la maestra Bianca Milli, direttrice del Centro Danza “Il sogno”a cui è stata affidata la direzione delle coreografie, del maestro Simonetta Miglietta Sozzo, direttrice della sede novolese diHarmonium, che ha curato alcune composizioni originali, oltre all’Associazione Fantasia di Daniela Faggiano per i costumi di scena, di Greta Quarta Paola De Luca (My Way – Novoli), per il trucco e parrucco, di Alessandro Calabrese,Gianluca Leaci Francesco Bacca per la scenografia.