Settimana della cucina italiana nel mondo, standing ovation per la Puglia a New York

0
20

Una sala gremita quella del Consolato d’Italia a New York per la settimana della cucina italiana nel mondo giunta alla sua ottava edizione e candidata all’Unesco per il 2030.

Regina indiscussa della serata nella big apple, la Puglia, grazie al lavoro dell’associazione Puglia in Rosé in collaborazione con la Regione Puglia.

“Questa sera, i newyorkesi ci hanno mostrato come l’eccellenza dei nostri prodotti, unita ad una costante educazione promozionale rappresenti la chiave del successo. Da tempo noi di Puglia in Rosè, grazie al nostro Ceo Lucia Nettis, lavoriamo duramente sul mercato americano, un mercato non facile perché altamente competitivo e nel quale oggi parliamo di qualità, di innovazione, di sostenibilità, di ricerca e di wellness. Non a caso per questo evento abbiamo voluto coinvolgere le aziende Big della Puglia. Il risultato è stato davvero eccezionale vista la numerosa affluenza in sala” commenta Caterina Baldini, presidente dell’associazione del wine pugliese, azienda che annovera diverse cantine interessanti per l’export oltreoceano. Un’export in forte ascesa quello del food e del wine come ci raccontano i dati alla mano con un aumento del’8% nei primi otto mesi del 2030 con una quota di 36,2 miliardi di euro di valore.

Cifre da capogiro che superano addirittura il settore del lusso come sottolinea il Console Generale d’Italia a New York, Fabrizio Di Michele in apertura della serata. “Ci rendiamo conto attraverso questi numeri giganti come la nostra candidatura all’Unesco sia davvero un atto dovuto, alcuni di noi erano già convinti che la cucina italiana fosse da tempo patrimonio dell’umanità e questo perché la cucina italiana è portatrice non solo di gusto ma anche di cultura e di identità. A New York dico sempre che ogni settimana e’ la settimana dell’Italian Food eppure quest’anno c’è una novità enorme: il legame tra gusto e benessere, tra gli ingredienti di qualità e la sostenibilità ambientale”.

A rinforzare il concetto il direttore generale del dipartimento  dell’Agricoltura, Sviluppo Rurale ed Ambientale, Gianluca Nardone. “Sostenibilità significa che le nostre aziende, secondo la strategia della nostra regione, sono sempre più orientate alla cura dell’ambiente con una salvaguardia delle risorse ambientali. Sensibilità ambientale unita al wellness che significa alimenti buoni ma che fanno anche bene alla salute”.

Concetti abbracciati pienamente dalla CxRA ossia dall’associazione catering più famosa di New York che annovera tra i suoi clienti l’US Open, campionato di tennis, il museo Moma, il teatro Lincoln Center. “Siamo felici di partecipare attivamente a questa settimana della cucina italiana nel mondo. Come gruppo catering – sottolinea la Vicepresident settore vendite, Alexandra Metz –  siamo estremamente interessati a inglobare questi valori di wellness e sustainability che rendono i vostri prodotti unici e indispensabili nel rispetto della persona e dell’ambiente. Tra due giorni avremo, con gli chef pugliesi, una master class nella nostra sede per far apprendere a 15 nostri executive chef tutte le tecniche e le ricette made in Puglia”.