RIEDUCARE – Eros e costumi in terra d’Otranto

0
575

colaci rieducare big

“Rieducare. Eros e costumi in Terra d’Otranto”, scaturisce dalla necessità di acquisire una conoscenza più specifica di un “fenomeno”, come quello della prostituzione del quale, ancora oggi, sebbene sia in forte espansione, non sempre si conoscono i retroscena di sofferenza, coercizione e solitudine propri di chi svolge il “mestiere più antico del mondo”.

Questo primo volume affronta la realtà postribolare dell’Italia nel periodo tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento in Terra d’Otranto, dove, come in altre parti della Penisola, si è andati oltre l’ostentato perbenismo di facciata, evidenziando la presenza di coloro che, proprio con quell’attività, seppero comunicare momenti di calore affettivo e di gaiezza non sempre evasiva.

L’analisi, interessando anche i temi del costume, dell’igiene, della rieducazione, approfondisce lo studio di quei testi che, dal punto di vista storico, etico, sociale, sanitario, si sono occupati delle molteplici cause del fenomeno della prostituzione. È stato poi esaminato il materiale d’archivio, dopo aver illustrato le disposizioni di carattere legale che si sono succedute nel tempo.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleSono permalosa …
Next articleCasalabate, attenzione il lungomare ci sta franando sotto i piedi!!