Porto Cesareo, “impallinata” dalla Prefettura la Giunta di Salvatore Albano

0
558

Porto Cesareo-StemmaPorto Cesareo (Le) – La scorsa settimana, dopo una serie infinita di botta e risposta fra quello che restava della maggioranza e l’opposizione rappresentata negli ultimi aneliti di vita cittadina dai candidati di Albachiara, dimessisi appena ricevuto il decreto di surroga, abbiamo contattato il Sindaco Salvatore Albano per cercare di far chiarezza su una situazione a dir poco ingarbugliata ed a lui abbiamo chiesto:

Alla luce di tutte le traversie affrontate in questi anni, dovendo giudicare l’azione dell’amministrazione da lei guidata, che giudizio sente di darsi ?

“Nel primo anno di attività amministrativa abbiamo affrontato la questione PUG sino ad approvarlo in C.C. a giugno 2012 dopo 40 anni di attesa. Subito dopo, a seguito degli attentati dinamitardi, dell’attività investigativa in corso e della diatriba con il Revisore dei Conti abbiamo avuto un brusco rallentamento dell’attività amministrativa che man mano stiamo recuperando. Tutto questo è ben visibile consultando il nostro Sito e vedendo direttamente le varie attività che stiamo portando avanti sul territorio. L’amministrazione attuale è un’amministrazione capace, tenace che ha dato la massima trasparenza all’attività amministrativa cosa che è sempre mancata nel Comune di Porto Cesareo ed i risultati che sta raggiungendo le danno ragione”.

In questi ultimi mesi sono state da lei formulate delle richieste di collaborazione alle parti politiche. Sotto il continuo sgretolarsi del consiglio comunale, lei ha scritto una lettera aperta ai candidati di Albachiara, lista che faceva capo ad Anna Peluso, unici rappresentanti di opposizione rimasti in Consiglio. Ci vuole spiegare il senso anche se postumo di questa sua iniziativa?

“Molti dei progetti portati avanti da questa Amministrazione sono progetti che la cittadinanza attende da decenni e di cui finalmente si incominciano a vedere i risultati. Accenno a quei progetti importanti fondamentali per il territorio come la rete fognaria i cui lavori dovrebbero iniziare, in base alle previsione dell’AQP, nel 2015, al Riordino della viabilità che dovrebbe dare respiro al territorio e che dovremmo approvare definitivamente in C.C. a gennaio, al Piano di Zonizzazione acustica, fondamentale per l’economia turistica del territorio e che abbiamo approvato in C.C. alcuni giorni fa, l’adozione del Piano di Gestione del Parco di Regionale Palude del Conte e Duna Costiera che porteremo in Giunta a breve, il Piano delle coste di prossima approvazione, etc. Ecco perchè ho scritto una lettera aperta ai candidati della Lista Albachiara. Non volevo che tutto questo lavoro fosse vanificato e per questo ho chiesto aiuto ai Candidati di Albachiara, menti giovani aperte che spero mi capiscano”.

La consigliera Dalila Peluso, da lei citata, ha rassegnato in maniera canonica le sue dimissioni, quali saranno ora i passi successivi?

“Ne approfitterò nel tempo a me concesso, per quanto possibile, di portare avanti i progetti di cui le dicevo prima. Se qualcuno della Lista Albachiara accetterà la surroga andrò avanti sino al termine del mio mandato. Se così non fosse sono pronto insieme al mio gruppo e ai miei amici ad affrontare nuove sfide consapevole di aver governato questo paese per il bene collettivo raggiungendo risultati che nessuna amministrazione finora aveva mai raggiunto”.

Ma poi, si sa, i sogni muoiono all’alba, e nella giornata di ieri la Prefettura di Lecce ha congedato Albano e la sua Giunta con questo comunicato: “Si comunica che, con decreto in data odierna, la dr.ssa Giuliana Perrotta, Prefetto della Provincia di Lecce, ha sospeso il Consiglio Comunale di Porto Cesareo ed ha nominato la dottoressa Monica Perna, Viceprefetto, Dirigente della Prefettura, Area I – Ordine e Sicurezza pubblica, Commissario per la provvisoria amministrazione del Comune con i poteri del sindaco, della giunta e del consiglio”.

Ancora una volta, dunque, l’Autorità si è dovuta sostituire alla politica e adesso i cittadini di Porto Cesareo saranno chiamati a scegliere chi li governerà sperando di avere maggior fortuna nella scelta che andranno a fare?

{loadposition addthis}

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleIncedi Piano
Next articleQuirinale, l’addio di Giorgio Napolitano: “Buon anno, Italiani, ma lascio”