Novoli, il Sindaco De Luca revoca l’assessorato a Sabrina Spedicato: “Andrò avanti a testa alta”

0
806
Novoli (Le) – Con il decreto n.2 del 27 aprile 2023 il Sindaco di Novoli, Marco De Luca, ha revocato le deleghe assessorili al bilancio ed al contenzioso all’avvocato Sabrina Spedicato.
Il provvedimento sindacale è giunto all’indomani dei due ultimi Consigli Comunali, quello del 17 ed il successivo 20 aprile scorsi, nel corso dei quali alcune esternazioni della Spedicato (compresi “attacchi ingiustificati ad un dirigente comunale”, come recita il provvedimento a firma del Primo Cittadino di Novoli) sarebbero risultate sgradite alla maggioranza di governo tanto da indurre lo stesso Sindaco a quanto poi è stato determinato.
“Come donna e come amministratore esprimo la mia più totale disapprovazione sul metodo utilizzato dal sig. Sindaco, che per mero rispetto istituzionale e per rispetto all’individuo non ha preannunciato, neanche con una semplice telefonata, la sua decisione alla sottoscritta – Questo è quanto dichiara in una nota alla stampa, Sabrina Spedicato -. Il decreto di revoca dell’incarico di Assessore mi è stato notificato direttamente dal messo comunale, al pari di un’ estranea, e non come un membro della maggioranza di cui giuridicamente faccio ancora parte. La riflessione che nasce spontanea è: quanto è stata scomoda la mia persona a questa amministrazione?. La mia voglia di chiarezza e trasparenza verso i novolesi è stata molto sgradita al caro Sindaco e a tutta la sua compagine”.
A detta dell’ormai ex assessore, le motivazioni addotte nel decreto sembrerebbero effimere, in considerazione del fatto che le dichiarazioni rilasciate nei consigli comunali sarebbero state soltanto l’ennesima rimostranza, già da tempo ampiamente espressa al Sindaco, sia verbalmente che per iscritto, senza che De Luca si fosse mai degnato di dare riscontro (scritto o verbale che fosse) come un buon “padre di famiglia” dovrebbe agire.
“Ciò rafforza l’idea di un disegno premeditato nei confronti di chi, seconda degli eletti, ha contribuito notevolmente alla sua vittoria con ben 453 preferenze. Quei voti sono serviti al Sindaco De Luca solo per conquistare il palazzo per poi estromettere, in barba alla volontà dei novolesi, il loro rappresentante – incalza Spedicato. Rilevo, con stupore, tra le motivazioni della revoca, l’essere stata contraria all’ingresso in maggioranza, avvenuto a mia insaputa, delle due consigliere di opposizione (Annaviola Gravili e Federica Pezzuto, ndr). Ritengo che sia difficile far comprendere ai cittadini, che due membri dell’opposizione che hanno fatto una campagna elettorale spietata contro la nostra lista, con uno schiocco di dita, entrino tranquillamente in maggioranza.
In realtà tale allargamento della maggioranza è un disegno preordinato, costruito a regola d’arte, in vista delle votazioni 2024, alla faccia di tutti gli elettori che hanno creduto nel progetto politico del Sindaco Marco De Luca. Reputo banale l’ulteriore motivazioni del decreto di revoca per l’essermi astenuta in Consiglio su un debito fuori bilancio, portato all’approvazione senza essere stata notiziata dell’iter preparatorio.
Ricordo che lo stesso Assessore attualmente parte del gruppo “Prima Novoli”, ebbe ad astenersi in Consiglio Comunale su un punto, contrariamente al voto favorevole della sua stessa maggioranza. Nasce spontaneo chiedersi perché il Sindaco adotti comportamenti opposti su identiche espressioni di voto.
Il donarsi alla comunità lavorando tenacemente, come è d’obbligo per un amministratore, non è un agire apprezzato dal Sindaco Marco De Luca e dal suo entourage. Esprimo profondo dolore per la comunità novolese che, contro il suo volere, ha subìto l’estromissione di un suo rappresentante dal governo di città”.
E conclude: “Ovviamente non mi fermo qui! Andrò avanti a testa alta e presto ci saranno importanti novità che tutti devono sapere”.