Il PD si concede tre mesi per pregare “Santa Imu”

0
506

L’Editoriale

IMUIl Governo rimandato a settembre! In fondo fa già troppo caldo per pagare l’IMU, chi ci pensa alla “casa” nel periodo di vacanza? Fà troppo caldo per “ragionarcela” su come stare in piedi senza crollare di nuovo, così rimandiamo al 31 Agosto la riforma fiscale che disciplinerà gli immobili.

Intanto gli italiani, forse, tirano un sospiro di sollievo grazie alla sospensione della rata di giugno. Mi raccomando però: non spendiamo tutti i soldi per ombrelloni e gelati, metti che “quelli lassù” non fanno i compiti e al 31 Agosto si presentano tutti impreparati? A noi tocca pagare entro il 16 Settembre e loro se ne vanno a casa! (Si magari!). Così ha promesso Letta che mette il cappio al collo al PD.

Non effettuare la riforma prevista entro i termini, significherà andare a nuove elezioni con un PD ormai sbriciolato e un Pdl che cavalcherà l’onda del “Ve la tolgo io l’Imu!”. E Silvio rimembrerà ancor la storia dell’ICI.

Intanto Grillo esce dalla tana e, tramite il suo blog, strilla al “ridicolo”. Lui, che in questi giorni ha in qualche modo ammesso di aver sbagliato lo stile comunicativo, torna ad attaccare politici e giornalisti indifferentemente. Per Grillo la storia dell’IMU è solo uno “zuccherino” ingigantito dalle testate lacchè dei governanti. E pensare che si era ripromesso di tornare in TV e accettare il confronto con i media.

Forse non c’è scampo per questo bellissimo stivale col tacco d’argilla. Una Paese incancrenito nelle viscere e, il nuovo che avanza, è solo una Tachipirina. Il nostro Paese “sfebbra” ma non guarisce. E sembra di guardare una gigantesca puntata di dottor House. L’Italia stessa sul letto tra monitor e mille tubi mentre lo zoppo dei miracoli, tra sadismo ed esperimenti, inventa nuovi cocktail di farmaci nella speranza di capire cos’abbia il paziente.

Chissà se il finale sarà “banale” come molti della serie americana. Magari l’Italia è solo affetta da una piccola, comunissima infezione ma talmente nascosta, radicata ed ostile, che si fa fatica a scacciarla.

L’IMU, in fondo, è diventata la tassa del paradosso! Col Governo Monti abbiamo avuto difficoltà a capirla e calcolarla (e pagarla!), col Governo Letta iniziamo a chiederci quando e se dobbiamo aprire i portafogli! Ma questa tassa c’è o non c’è? È legittima oppure no? È indispensabile o va abolita?

Ai posteri, forse, l’ardua sentenza …  Peccato che, visto l’andazzo, i posteri restino sempre gli stessi, seduti sulle loro comode, belle e dorate poltrone.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLa Gente, venerdì 7 giugno, live al Molly Malone.
Next articlePiero Nitto – 69 anni