Porto Cesareo, Mauro Maggio presenta i suoi 11 ritratti di donna

0
430

Peluso-MaggioPorto Cesareo (Le) Nella bellissima location della Biblioteca Comunale “Angelo Rizzello” del comune salentino, si è tenuta ieri sera, 28 marzo, la presentazione dell’esordio letterario di Mauro Maggio, assicuratore di professione e scrittore per passione.

L’autore, originario di Squinzano, sta girando per il Salento presentando il suo ultimo libro, “Diamanti Grezzi”.

Diamanti Grezzi mi fa pensare a qualcosa di prezioso ancora intatto, non lavorato..”: è così che la redattrice del web giornale Paisemiu.com, nonché volontaria della Biblioteca, Dalila Peluso ha introdotto la presentazione del testo.

Sono undici storie di donne diverse, per età, professione, condizione sociale, modo di vivere, tutte però accomunate dalla capacità di non farsi modellare dalle vicende della vita, proprio come dei diamanti che resistono all’urto della lavorazione.

Si parla di Salento ne “Il violino rosso”, quel Salento tanto decantato e tanto utilizzato solo a scopo pubblicitario e consumistico ma in fondo poco conforme alla realtà; c’è la consigliera comunale alle prese con un esposto presso la propria amministrazione. C’è qualcosa del romanzo erotico, molto in voga negli ultimi tempi. C’è la donna che vuole finalmente prendere coscienza di sé e spiccare il volo come una farfalla in libertà. E sicuramente c’è la musica, c’è Enrico Ruggeri, emerso molte volte durante la serata e che abbiamo compreso essere il cantautore prediletto del nostro autore in erba.

Serata ricca di spunti, di riflessioni sul mondo femminile ma anche, di riflesso, su quello maschile. Sulla capacità di essere sé stessi e di farsi forse un po’ trasportare dall’istinto e dalla bellezza dell’essere.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCatanzaro-Lecce: le pagelle. È un naufragio
Next articleQuesta sera la finalissima del New Sounds Music Contest