Novoli, musica lirica e dolci melodie animeranno il teatro comunale

0
327

salento guitar festival novoliNovoli (Le) – Sabato 8 novembre, ore 21.00, andrà in scena presso il teatro comunale di Novoli: “Dell’usate mie corde”, spettacolo musicale, in forma di concerto, organizzato da  “Domus Messapiae” di Novoli in collaborazione con “Salento Guitar Festival” di Lecce ed il “Conservatorio statale di Musica Tito Schipa”.

“Abbiamo tratto il titolo di questo concerto dall’ottavo libro dei madrigali di Monteverdi che si divide in due parti: madrigali guerrieri e madrigali amorosi – ci spiega il maestro Giorgio PrimiceriMonteverdi concepiva la musica come una grande via di accesso alle emozioni e ai sentimenti, sia sentimenti di guerra sia sentimenti amorosi, noi ci siamo legati per quanto riguarda il repertorio di questo concerto a quelli amorosi. Infatti il titolo per esteso ‘Dell’usate mie corde al suon potrai potrai danzar tu ninfa’ è rivolto a una donna. Tutto il repertorio del concerto è dedicato alla donna”.

Lo spettacolo, diretto dal Maestro Giorgio Primiceri e con la partecipazione straordinaria del Maestro Stefano Sergio Schiattone, autore e direttore artistico del Salento Guitar Festival, vedrà protagoniste due stimabili nomi femminili: Silvia Bianco, il soprano già rappresentante dell’Italia all’estero su invito del Ministero Affari Esteri, e Stefania Patavia, soprano, specializzata in canto barocco.

“Tutto i repertorio non fa altro che toccare le corde del cuore in riferimento alla donna, un po’ vista come oggetto di desiderio, un po’ vista come emancipata e quindi donna che fa morir d’amore gli uomini, li solletica li stuzzica ma poi magari non si concede – ci illustra il Maestro –  quindi una donna tanto innamorata quanto frivola in tutte le sue sfaccettature così come è vista nel corso della storia. Al tempo stesso si parla dell’amore tra uomo e donna e dell’amore in generale come concetto astratto”.

Il titolo dell’eterogenea serata ci indirizza verso il filo conduttore dello spettacolo stesso: le corde che vibreranno saranno, indubbiamente, quelle del cuore, ma la citazione monteverdiana, “dell’usate mie corde”, fa bene intendere che gli artisti si esibiranno con strumenti a corde, percosse e pizzicate come quelle del pianoforte e della chitarra; largo spazio, comunque, sarà dato anche alla voce lirica, che sfrutta la laringe umana e le sue cosiddette corde vocali.

“Il teatro di Novoli è stupendo – conclude il Maestro Primiceri – dopo il restauro fatto, ha un’acustica spettacolare. Inoltre il pianoforte del teatro è un pianoforte che ha un certo blasone, proviene infatti dal conservatorio di Lecce e ha una sua storia. Ha un suono un po’ più cristallino, meno europeo, quasi tendente all’orientale, direi un suono quasi più clavicembalistico che quindi si adatta bene tanto alla musica da camera tanto all’affiancamento con la chitarra classica”.

Il concerto costituisce tappa del percorso di educazione permanente “Dietro le quinte”, un progetto promosso da “Domus Messapiae” in partnership con il Comune di Novoli, finalizzato alla formazione di musicisti attraverso il precoce affiancamento a maestri di chiara fama. È, inoltre, l’appuntamento conclusivo del “Salento Guitar Festival 2014 Summer Edition”, divenendo, così,  l’arrivederci a dicembre per la settima edizione dell’ “Xmas Guitar Contest”, laboratorio interattivo di musica classica e jazz.

Nel ricco programma della serata sono previste le musiche  da camera di Monteverdi, Marcello, Abatessa, Radesca, Dowland, Handel, Vivaldi, Garcia, Delibes, Rossini, Cohen, Castelnuovo Tedesco.

Il costo del biglietto d’ingresso è di 5 euro.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleMichele Emiliano, il gladiatore del centrosinistra continua a menare tremendi fendenti
Next articleNovoli, allerta meteo: il Sindaco ordina la chiusura delle scuole per venerdì 7 novembre 2014