Musica e lettura al Must di Lecce

0
312

Quattro domeniche di aprile al Must per le serate promosse dal  Comune di Lecce e dall’Associazione Nireo. Giovedì 4 aprile,  alle ore 11, a Palazzo Carafa, conferenza stampa di presentazione dell’evento

Lecce – Musica e lettura al Museo Storico di Lecce.  Al via un’iniziativa promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lecce in collaborazione con l’Associazione Nireo.  Si tratta di un ciclo di quattro serate di musica e lettura in programma nelle quattro domeniche del mese di aprile (7, 14 21, 28).  

I particolari dell’iniziativa saranno illustrati giovedì 4 aprile alle 11 nella sala giuntadi Palazzo Carafa.

Alla conferenza stampa interverranno il sindaco Paolo Perrone, l’assessore al Turismo, allo Spettacolo e agli Eventi, Luigi Coclite, il direttore del Must e dirigente del settore Cultura, Nicola Elia e ed il critico musicale epresidente dell’associazione Nireo Eraldo Martucci.  

Musica e lettura rientra tra le attività di animazione culturale del Must, in particolare nella rassegna “Must in art – generazioni a confronto”  partita il 28 marzo e che si chiuderà a dicembre 2013. 

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleIn Italia è anarchia e Napolitano non fa il miracolo
Next articlePorto Cesareo, l’amministrazione Albano prende posizione su Bilancio e Patto di stabilità