Prospettive di donna e di libertà con Giovanna Scaramella Barone

0
401


“Mi dovrai perdonare” è l’ultima opera di Giovanna Scaramella Barone, docente di letteratura italiana e storia nonché studiosa di glottologia e storia della lingua italiana. Appassionata di dialetti e delle loro trasformazioni, è anche autrice di poesie in vernacolo salentino con tematiche di denuncia sociale e contestataria.


In questo libro, edito nel 2018 da L’Officina delle Parole di Pompea Vergaro, l’autrice racconta le vicende di cinque donne realmente esistite e che, trasversalmente, hanno incrociato la sua. Sono storie legate da un filo rosso che si dipana in modo diverso, prediligendo un sentimento piuttosto che un altro, ma alla fine torna a legare tutto. Più nello specifico, l’autrice descrive la vita e la condizione in cui esse vivono in un periodo storico ben definito, il secondo dopoguerra e in un contesto socio-economico che, soprattutto nel Sud, stentava a decollare e che finiva per condizionare anche i rapporti sociali e familiari.

I personaggi che la Scaramella Barone descrive, sono donne ripiegate sul proprio destino, che vivono la loro vita soccombendo ad essa ed accettano tutto con senso di sacrificio e abnegazione perché, in fondo, il destino è il nostro carattere. È con l’ultima storia che l’autrice riscatta la condizione passiva della donna, attraverso Clelia che, dapprima timida e remissiva, decide di prendere in mano la propria vita grazie all’amore e ad affrontare situazioni che sembravano più grandi di lei e che si concludono a lieto fine.

Nelle loro vite, ciascun lettore potrebbe cogliere qualcosa di recondito, nascosto nei recessi del proprio animo e magari riflettere, affinché la tanto agognata indipendenza e libertà non sia svenduta, ma gestita con responsabilità e con il giusto valore. Insomma, la Scaramella propone un modello di donna e di scenario sociale, più mesto forse, ma molto più aderente alla realtà dove la vita e la condizione femminile vengono proposte, questa volta, nella prospettiva esistenzialista, lontano dai revanscismi dei nostri tempi e dai riscatti a tutti i costi, che a lei appaiono lontani dalla realtà e fin troppo reattivi e scomposti, poco eleganti, in definitiva.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleE…state con noi, un tuffo in un mare di cultura. A Porto Cesareo parte “Librinfesta tour”
Next articleMangiare “Ad agio” in un crescendo rossiniano