Quasi 2000 piante di marijuana sequestrate dai carabinieri in una masseria. Un arresto a Surbo

0
411

Si tratta seconda piantagione scovata nel Salento in pochi mesi; il 12 luglio i carabinieri ritrovarono altre 600 piante nei pressi del Campo Panareo


Surbo (Le) – I carabinieri della compagnia di Lecce, insieme ai colleghi della stazione di Surbo, hanno eseguito un maxi sequestro di piante di marijuana di eccellente qualità, molte delle quali alte circa 3 metri.

I militari sono stati attirati dalle infiorescenze delle piante alte e verdi che superavano il muro di cinta della masseria dove si è operato il sequestro, atteso che tutta quella zona è notoriamente arida e poco coltivata.

L’utilizzo di un drone ha poi dato la certezza ai militari che quelle piante altro non erano che marijuana in piena fase di maturazione.

Luca Grassi

Identificato ed arrestato il proprietario del terreno, Luca Grassi, 45enne residente a Lecce. Presso la sua proprietà sono state rinvenute 1740 piante di marijuana, alcune delle quali alte più di tre metri, oltre al materiale per il confezionamento (bilancino e nastro isolante nero) e 16 cartucce da caccia detenute illegalmente.

Per i medesimi reati è stato deferito anche il fratello dell’uomo arrestato, A.G., 49 anni nato e residente a Lecce, sul conto del quale, però, non sono emersi chiari ed evidenti riscontri in ordine al coinvolgimento diretto nella coltivazione della sostanza stupefacente.