Lecce, incendio doloso al Parco di Rauccio

0
384

Incendio doloso al Parco di RauccioLecce – Risultano ingenti i danni registrati al Parco di Rauccio dopo il primo sopralluogo dei tecnici dell’Ufficio Parco. L’incendio, divampato ieri sul litorale, ha danneggiato gravemente anche l’area paludosa a nord-est del bosco, la celebre Specchia di Milogna. Le fiamme hanno divorato il capanno d’osservazione, la torretta antincendio, già precedentemente danneggiata, e la passerella in legno che attraversa il canneto fino al confine sud della palude. L’incendio, di chiara origine dolosa, è stato domato dai Vigili del Fuoco attraverso 2 interventi diversi nel corso delle giornate di ieri e di oggi.

“Sono fortemente rammaricato per l’accaduto – ha commentato Andrea Guido, Assessore all’Ambiente e Presidente del Parco Naturale Regionale – i danni ammontano a decine di migliaia di ero ed in un momento di ristrettezze economiche come questo risulterà abbastanza faticoso ripristinare i siti in tempi utili per la stagione estiva. Mi chiedo se è possibile che ci siano ancora in giro vandali così scriteriati e capaci, con le loro bravate, di mettere a repentaglio la fruizione di beni comuni come il Parco. La distruzione della passerella e del capanno di osservazione, infatti, non permetteranno più, per ora, di poter arrivare nell’area della palude della Specchia di Milogna per l’osservazione della fauna, precludendo, inoltre, un punto di vista ottimale per chiunque volesse godere dell’osservazione ravvicinata dei numerosi aiso presenti tra il bosco e la palude. Ci rimboccheremo le maniche ancora una volta – ha concluso Guido – su questo non v’è dubbio alcuno, ma rimane comunque l’amaro in bocca al pensiero che in giro ci sia ancora gente così spregevole e vigliacca”.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNovoli, a Teatro va in scena l’Opera Nazionale Combattenti
Next articleOperazione “Uragano”: arresti in tutta Italia. Quattro i salentini, fra cui un novolese