Compravendite on line, numerose le denunce per truffa

0
263

Acquisti on lineLecce – Continuano a pervenire numerose denunce di utenti del mercato on line vittime di raggiri a seguito di compravendite. Del resto considerata la rilevanza  assunta dall’e-commerce è necessario che l’utente sappia determinarsi in rete con la giusta consapevolezza.

Dalle ultime segnalazioni di truffe pervenute presso l’Ufficio denunce della Questura di Lecce si rileva che le vittime effettuano pagamenti su codici IBAN non riferibili a conti correnti bensì a carte prepagate.

Effettivamente attualmente esistono tali prodotti commerciali per cui alcune carte prepagate sono dotate di codice IBAN e come tali possono ricevere e disporre bonifici, ma non sono associate ad un conto corrente.

Non è pertanto la presenza di un IBAN a scongiurare una truffa. Nelle ultime denunce ad essere truffate sono state due donne, che pensando di attuare una procedura di pagamento sicura hanno effettuato dei pagamenti su codice IBAN per l’acquisto di una aspirapolvere e di un cellulare.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleScomparsa anziana signora a Squinzano
Next article“Un tetto per i senza fissa dimora”: presentato oggi a Lecce il nuovo centro di accoglienza