Carabinieri: svariate denunce fra Campi S.na, Carmiano e Novoli per droga e furti

0
1377

Carabinieri immCampi Salentina (Le) – Un servizio mirato di repressione dello spaccio di stupefacenti ha portato i Carabinieri del NORM – Aliquota Operativa della Compagnia CC Campi Salentina (in collaborazione con quelli dell’Aliquota Radiomobile e delle Stazioni di Campi Salentina e Carmiano) a denunciare due giovani per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio.

A Campi le operazioni hanno riguardato G.N., classe 1988, già con precedenti di polizia alle spalle. In centro città i militari si sono presentati di buon mattino alla sua casa, accompagnati da unità cinofile antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Modugno. E dopo l’iniziale diniego dell’interessato, tra consegne spontanee e ritrovamenti a seguito di perquisizione in casa e sulla sua auto, son saltati fuori tre involucri di hashish, del peso complessivo di 28 grammi.

Identico destino ha successivamente riguardato S.G., quasi coetaneo (è del 1987), nella cui abitazione di Carmiano sono stati rinvenute sei dosi di cocaina confezionate – per un totale di quasi quattro grammi – e poco meno di un grammo di hashish, oltre a materiale da confezionamento, a trituratori e alla somma contante di 610 euro.

Della stessa mattinata è invece una denuncia in stato di libertà per furto aggravato a carico di D.M. (classe 1984), P.P.A. (classe 1986) e M.D.L. (classe 1991), tutti nullafacenti residenti a Novoli. I Carabinieri del NORM – Aliquota Radiomobile, in collaborazione con quelli della Stazione di Carmiano, li hanno colti in contrada “Cazzati” in possesso di materiale ferroso risultato asportato dalla struttura che ospitava l’ex pollaio “Ovoro/Avicom”.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous article#Amministrative2015. Novoli, ecco i 12 nomi che con Antonio Pio Marzo si candidano per cambiare il paese
Next articleCiclismo, prova di forza nel “Memorial De Francesco”, per la Evò cinque atleti sul podio