Torre Lapillo: da torre difensiva a osservatorio astronomico per una notte. (2)

0
90

notturnoPorto Cesareo (Le) – Sabato 26 luglio 2014 a partire dalle 20.00 la cinquecentesca Torre Lapillo abbandonerà l’aspetto di torre difensiva e si trasformerà in un suggestivo osservatorio astronomico. L’iniziativa nasce grazie al Centro Educazione Ambientale (CEA), al Comune di Porto Cesareo e Riserva Naturale Palude del Conte e Duna Costiera Porto Cesareo.

Alle 20.00  si darà il via alla serata con un seminario di astronomia con il Centro Ricerche Astronomiche di  Lecce sul tema “C’è vita nell’universo?” a cura di Francesca Strocchio. Alle 21.00  avranno inizio le osservazioni  del cielo. Con un piccolo contributo, grandi e piccini potranno trascorrere una serata tra le stelle con il sottofondo piacevole delle melodie marine e godere al contempo della vista degli angoli più lontani del cielo notturno, quelli che lasciano senza fiato. Le stelle, infatti, intrecciandosi tra loro, danno vita a straordinarie figure che risplendono in tutta la loro lucentezza nella volta celeste e che si potranno ammirare con l’ausilio di potenti telescopi che proietteranno attraverso le proprie lenti le emozionanti immagini e gli scenari più curiosi del cielo. Si potranno osservare pianeti come Saturno che sembrano essere troppo distanti da noi, satelliti, costellazioni e galassie il tutto sotto la sapiente e competente guida degli esperti astrofili. Un arricchimento per tutte le età, introdotto in un primo momento da pannelli contenenti spiegazioni mitologiche e storiche sull’astronomia.

 I visitatori saranno suddivisi in gruppi con turni da 30 minuti circa.

All’interno della torre poi sarà possibile visitare ben due mostre d’arte riguardanti il riciclaggio di oggetti abbandonati in natura (carta da imballaggio, polistirolo, boccioni in vetro, sedie, infissi, ecc.) che attraverso la maestria delle mani degli artisti salentini Roberta Missere, Pina Cavallone e Massimo Schito, sono diventate delle vere e proprie opere d’arte. Inoltre si potrà ammirare il “Museo delle conchiglie” che mette in luce tutte le specie di conchiglie presenti sui fondali, dalle imponenti “Pinna Nobilis” alle piccole “Cypraeidae”. Dunque una serata imperdibile tra luminose stelle e spuma marina.

 

Per Info: 3343008941

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleMusica, il sogno di Mattia Miglietta arriva in finale (2)
Next articleSALENTU… terra d’amare … e da curare