Lecce, una boccata d’aria prima della prossima immersione

0
67
FOTO: Stefano DI BELLA

Lecce– Il successo contro il Trapani ha bagnato al meglio il debutto casalingo del Lecce, vittorioso su una delle concorrenti più accreditate per la promozione in Serie B, almeno leggendo la griglia di partenza data dalla sessione estiva di calciomercato.

Il 2-1 firmato da Torromino e Di Piazza ha lasciato però un’importante scoria che potrebbe complicare il compito degli uomini di Rizzo nell’altro big-match del prossimo turno, in casa del Catania.

L’espulsione di Di Piazza, arrivata poco dopo il gol del 2-0 per un fallo di reazione a centrocampo, non sarà di certo trascurata dal giudice sportivo, che potrebbe stoppare l’ex attaccante del Foggia, decisamente l’elemento più in forma del precampionato, per 3 partite (o più). Al “Massimino”, quindi, si potrebbe rivedere Checco Lepore dal 1′ nel tridente titolare, soluzione già provata nella trasferta di Coppa Italia a Vercelli.

Il 2-1 di sabato lascia buone sensazioni ai tifosi del Lecce. Fatta eccezione per la prima mezz’ora di superiorità trapanese (analizzata poi nel paragrafo successivo), il centrocampo giallorosso, confermato ancora nella sua disposizione Armellino-Arrigoni-Mancosu in attesa del pieno recupero di Costa Ferreira, ha orchestrato numerose manovre e messo in movimento più volte gli attaccanti.

Lo squillo di Torromino, giunto come un fulmine a ciel sereno, ha premiato la lenta ma efficace crescita dei giallorossi nella seconda metà di primo tempo.

Anche in dieci, dopo il misfatto Di Piazza, i salentini hanno serrato le fila e resistito al forcing trapanese senza correre grossissimi pericoli.

Gli errori su cui Rizzo potrà improntare la settimana di lavoro investono, come anticipato, soprattutto l’atteggiamento difensivo della prima parte di match, quella in cui il Trapani ha tenuto ben saldo il piede sull’acceleratore facendo vacillare la linea difensiva. Più volte sono saltate facilmente delle marcature e soltanto dei recuperi prodigiosi di Cosenza e Ciancio (tra i migliori della partita per rendimento costante in tutti i 90′) hanno evitato il vantaggio ospite.

A Catania sarà un match caldissimo. I primi passi dei rossoazzurri non sono stati di certo corrispondenti alle aspettative. Al pareggio casalingo col Fondi della prima giornata è seguita la sconfitta in casa della Casertana (1-0). Cristiano Lucarelli, allenatore del Catania, ha già sbottato contro i suoi uomini chiedendo maggiore applicazione ai suoi dettami e una prova di carattere sabato sera contro il Lecce.