“Vivi & lascia vivere”: a Porto Cesareo una giornata per la vita

0
276

Vivi e lascia viverePorto Cesareo (Le) – Domenica 22 giugno, si è tenuta nella cittadina salentina la Giornata di sensibilizzazione per il rispetto del bene unico, irripetibile ed inestimabile della vita, a cura del Comitato spontaneo volontario “KINTAMANI”.

Presso Piazza Sandro Pertini, alle ore 17, si è svolta l’inaugurazione del nuovo parco giochi con la dedica alla memoria delle “Giovani vittime della strada”.

Sono intervenuti il Sindaco di Porto Cesareo, Salvatore Albano e Walter Gabellone, presidente dell’associaizone “Alla conquista della vita”.

È stata numerosa la presenza degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Porto Cesareo che hanno partecipato ai Giochi della Gioventù e che sono stati autori dei tanti disegni esposti sul tema della vita.

La giornata si è conclusa sul piazzale Pro-Loco con un concerto che ha voluto festeggiare per l’appunto il bene più prezioso per ognuno di noi: la VITA!

E chi più di tutti può testimoniarlo se non i giovani?

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleL’analisi mondiale: Costa Rica indigesta per gli azzurri, bye England
Next articleL’analisi mondiale: occhio alla Francia, decisivo Messi, assente CR7