Stop agli stereotipi di genere: a Parabita prende il via “Proud”

0
26
Parabita (Le) – Stop agli stereotipi di genere: a Parabita, l’associazione “La Scatina” lancia “Proud”, un progetto caratterizzato da iniziative volte alla sensibilizzazione delle tematiche e dei diritti della comunità LGBTQ+, che si svolge proprio nel mese di Giugno, mese a favore del movimento di liberazione omosessuale LGBTG+, la cui finalità è quella di eliminare gli stereotipi di genere che costringono a categorizzare le persone in base al loro orientamento sessuale e all’identità di genere, e che spesso portano alla manifestazione di atti discriminatori che sfociano in violenza verbale o peggio ancora fisica.
Il progetto, patrocinato dal comune di Parabita, ha ottenuto il sostegno di Alessandro Zan, promotore del tanto discusso “DDL Zan”, che tramite un videomessaggio ha affermato l’importanza di mettere in campo iniziative di sensibilizzazione volte a rispettare tutte le differenze, perché per avere una società più giusta, più equa e più inclusiva è necessario rispettare tutte le persone a prescindere dalla loro condizione personale, dal loro orientamento sessuale o dalla loro identità di genere.

L’idea su cui si basa “Proud” è quella di celebrare la libertà di essere sé stessi con orgoglio, “uscendo dal tracciato di normalità che incatena numerose persone da troppo tempo.”

Con Proud, l’associazione “La Scatina” non vuole fornire risposte, ma stimolare il dialogo e la riflessione attraverso una serie di iniziative che coinvolgono il comune di Parabita, tra cui la call #PROUDLOVERS, in collaborazione con CoolClub, Lea, Arci Lecce, Aut Fotografia Parabita, Foto Scuola Lecce, con scadenza in data 16/06, rivolta ad artisti, fotografi e illustratori( professionisti e amatoriali) invitati a rappresentare la pluralità dei rapporti amorosi, andando oltre lo stereotipo di normalità, con le più geniali, differenti ed originali strategie e tecniche comunicative. I materiali selezionati saranno poi affissi sulle pubbliche plance e divulgati tramite i canali social e saranno utili a stimolare la comunità e accompagnare lo svolgimento delle restanti iniziative, tra le quali #Proudon:una playlist di 100 canzoni, creata su Spotify, accuratamente selezionata per il mese del Pride o #Escilpride, invito rivolto ai cittadini che sposano le tematiche relative ai diritti civili ad appendere una maglietta colorata fuori dalle loro abitazioni. L’adesione a questa iniziativa è estesa anche alle attività commerciali e agli studi professionali, che possono contattare l’associazione “La Scatina” per ricevere gratuitamente una bandierina colorata da bandire fuori o dentro la propria attività. Tra le iniziative è prevista anche #Pararainbow,che consiste nell’addobbare il paese, in particolare i cartelli stradali, gli alberi e i pali, con bandiere e nastri arcobaleno. Le prime decorazioni sono state installate il 13 Giugno, tuttavia, una manciata di ore dopo l’installazione nel parco, esse sono state rimosse da ignoti. Un evento, questo, che non scoraggia i membri dell’associazione “La Scatina” , già consapevoli del grande lavoro da compiere per sconfiggere l’ignoranza, la cattiveria e l’intolleranza e del continuo bisogno di tenacia e perseveranza. Non a caso, l’obiettivo dell’associazione culturale “La Scatina” è proprio rompere le catene del terreno più duro e compatto per riossigenarlo e piantarvi nuovi semi fruttuosi, basandosi sul valore dell’umanità e su tutto ciò che ne deriva: umiltà, solidarietà, uguaglianza, rispetto per l’altro in quanto essere umano.É proprio in nome di questi valori che i membri dell’associazione si dicono  sempre più determinati a rendere visibile, colorato e umano ciò che a molti appare ancora scomodo, portando avanti tutte le iniziative, certi di seguire la strada del cambiamento che non necessita del buio e dell’ombra per essere spianata, a differenza delle azioni di chi cerca a tutti i costi di abbattere i diritti civili, seppur ottenendo l’effetto contrario, ossia alimentando il fuoco dell’uguaglianza e della giustizia.