Tartarughe in libertà, racconti di una specie a rischio di estinzione

0
717

Tartaruga Caretta CarettaCasalabate (Le) – Fare Verde Novoli in collaborazione con il Centro Recupero Tartarughe Marine del Salento e grazie al supporto logistico della Lega Navale Italiana sez. di Casalabate organizzano, per Domenica 21 Giugno alle ore 10:30,  la liberazione di un esemplare di tartaruga marina “Caretta Caretta”.

Purtroppo ogni anno, solo nel Mediterraneo,  muoiono circa 45.000 esemplari a causa della pesca. Le catture accidentali stanno minacciando seriamente l’estinzione questi meravigliosi animali. Nei nostri mari sono state segnalate sei specie di tartarughe marine, di cui tre in particolare sono più frequenti:  Tartaruga comune (Caretta caretta), Tartaruga verde (Chelonia mydas) e la Tartaruga liuto (Dermochelis coriacea).

La presenza  di tartarughe è in aumento per via della tropicalizzazione del mare. Gli spiaggiamenti possono essere ricondotti all’abbassamento della temperatura dell’acqua, alla collisione con imbarcazioni e alle reti  da posta.

Grazie ai volontari del  CRTM del Salento gli esemplari di tartaruga  in difficoltà vengono curati e assistiti e dopo il periodo di riabilitazione vengono reintrodotti nel loro habitat naturale: il mare!!!

Le femmine si riproducono la prima volta fra i 10 e i 30 anni e, per nidificare, tornano nello stesso luogo dove sono nate. Per farlo possono migrare anche per 5000 km, guidate da un orientamento che ancora oggi gli scienziati non sono riusciti a spiegare fino in fondo. Prima di deporre le uova, da 110 a 130, la tartaruga scava con le zampe posteriori una buca profonda 50-60 cm, che poi richiude con quelle anteriori. Non si riproducono tutti gli anni, ma durante la stessa stagione depongono fino a 3 covate, a distanza di 15 giorni l’una dall’altra, fecondate sempre da maschi diversi. Solo 1-8 tartarughine su 1000 raggiungono l’età adulta e si stima che in natura la vita media di una tartaruga di mare sia di 30-62 anni.

Il momento della liberazione è l’atto atteso da tutti; con i  bambini si sceglierà il nome della tartaruga quindi vi aspettiamo numerosi. In caso di maltempo l’evento sarà rinviato.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleSquinzano, la cittadina del nord Salento, suo malgrado, ancora al centro delle indagini della magistratura
Next articleMiss Mondo Italia 2015 in Tv. I ringraziamenti del Consorso