Spiagge e scogliere libere dai mozziconi con i porta cicche portatili: l’iniziativa del Comune di Melendugno

0
26

Melendugno (Le) – Accendere una sigaretta significa immettere nell’ambiente più di 4000 sostanze chimiche ad azione irritante e nociva, ma anche nel mozzicone resta una parte di queste sostanze tossiche che, gettate impunemente per strada o in spiaggia, disperdono inquinanti come nicotina, benzene e gas tossici tutto intorno che vengono smaltiti da 1 a 5 anni nell’ambiente.

I composti tossici delle cicche di sigarette gettate in spiaggia, sulle scogliere o addirittura in mare entrano a far parte della complessa rete alimentare del mare provocando la morte di molti animali marini e un successivo inquinamento ambientale.

Ecco perché quest’anno il Comune di Melendugno si è impegnato per contrastare questo fenomeno nocivo, che a livello globale raggiunge dimensioni sempre più considerevoli, attraverso un’iniziativa rivolta a residenti e turisti. Come spiega Angelica Petrachi, delegata alle politiche turistiche e ambientali del Comune: “Quest’anno abbiamo deciso di scendere in campo fattivamente contro il fenomeno dell’abbandono dei mozziconi di sigarette sulle spiagge e nei luoghi pubblici e per farlo abbiamo acquistato 2.000 porta cicche portatili da spiaggia che cominceremo a consegnare sabato 1 agosto a Vivarch, associazione che si occupa della gestione e della valorizzazione dell’area archeologica di Roca, che a sua volta consegnerà il piccolo gadget ai visitatori del sito e della Grotta della Poesia. Il gadget può essere utilizzato durante la visita all’area ma anche portato con sé in spiaggia o sulle scogliere per evitare di gettare i mozziconi per terra e lasciare che inquinino il territorio. Siamo certi che cittadini e visitatori saranno felici di collaborare per la tutela dell’ambiente”.

“Quest’importante iniziativa si aggiunge alle tante già promosse in materia di tutela ed educazione ambientale – aggiunge Marco Potì, sindaco di Melendugno – Siamo in attesa di aderire al progetto di Striscia la Notizia “No mozziconi a terra” contro il diffuso malcostume di gettare le cicche per strada; invitiamo pertanto tutti gli operatori commerciali del nostro territorio a dotarsi di contenitori porta cicche per evitare che questo rifiuto vada a finire nell’ambiente o nel mare distruggendo un patrimonio inestimabile. Oltre ai regolari interventi di pulizia delle spiagge, strade e luoghi pubblici, è importante intervenire e insistere sull’educazione ambientale dei concittadini e ospiti e in particolare delle nuove generazioni, come già facciamo in forte collaborazione con l’Istituto comprensivo “Rina Durante” di Borgagne e Melendugno che grazie alla sensibilità ambientale e alla gestione ecologica  dei suoi studenti ha conquistato la bandiera verde della FEE”.