Si presenta Liverani: “Ho preferito Lecce alla B”. Ecco le sue idee

0
117
FOTO: Stefano DI BELLA

Lecce– Nel pomeriggio si è presentato alla stampa Fabio Liverani, nuovo tecnico del Lecce chiamato a sostituire il dimissionario Roberto Rizzo a seguito della gestione ad interim affidata a Primo Maragliulo, parentesi che ha abbracciato anche la vittoria di sabato scorso con il Rende.

Liverani parla subito della sua decisione di sposare il progetto Lecce: “Abbiamo fatto un paio di incontri e ciò che mi ha spinto ad accettare la proposta è l’idea e il progetto oltre che una piazza che non ha niente da invidiare alla serie B. Tutti sperano di essere chiamati il più presto possibile ma non credevo così velocemente.”

Il nuovo tecnico giallorosso rivela poi di aver già visto qualcosa sui ragazzi che avrà a disposizione: “In questo periodo potevo aspettare la B ma quando è arrivato il Lecce con diversi club di Serie B che hanno sondato il terreno per me era importante scegliere qualcuno che ti sceglie incondizionatamente. Oggi ci sono le televisioni quindi anche la Serie C può essere vista e io ho cominciato a visualizzare il Lecce fin dai primi incontri. Ho visto tutte le partite tranne quella con la Virtus Francavilla che hanno visto i miei collaboratori. È una squadra competitiva”.

Le difficoltà non spaventano: “Abbiamo parlato un po’ e credo con grande entusiasmo reciproco abbiamo deciso di intraprendere questo percorso difficilissimo perché ne vince solo una e dobbiamo arrivare primi alla fine. Non è facile ma io con il mio staff e la squadra che può ambire al primo posto dobbiamo iniziare un percorso che ci porti ad arrivare avanti agli altri”.

L’ex regista rivela poi le sue idee tattiche, non prima di ricordare gli insegnamenti tratti dalle guide tecniche che ha avuto in carriera: “Ho avuto la possibilità di essere allenato da tanti allenatori e fare una classifica non sarebbe giusto. Credo di avere più allenatori bravi che meno bravi. Cerco di prendere il meglio da tutti e farlo mio. Ho preso qualcosa da tutti e spero di non ripetere errori che prima vedevo da calciatore”.

“Quando uno inizia dal ritiro può avere un’idea e prendere calciatori adatti al modulo. Questa squadra è stata costruita per giocare con il 4-3-3 o con il 4-3-1-2. Devo valutare i calciatori e cercare di metterli nelle condizioni da poter dare il massimo il più velocemente possibile.

Liverani avrà l’arduo compito di riaccendere la passione dei tifosi, già messi a dura prova da questi repentini stravolgimenti d’avvio campionato: “La gestione psicologica conta molto e dobbiamo crescere. Dobbiamo trasportare i tifosi che abbiamo la fortuna di avere. Dobbiamo fare un percorso insieme. Nessuno può sentirsi colpevole di quello che è successo anni fa. Ognuno si prende le proprie responsabilità e per quello che succede da oggi in poi ci mettiamo la faccia.”

In conclusione, il neotecnico parla del rapporto che proverà a instaurare con i calciatori: “I tempi cambiano per tutti e non si può rimanere belle vecchie mentalità. I calciatori non devono avere paura di me ma il rispetto che io ho di loro. Non c’è bisogno del sergente di ferro ma quando capisci chi hai di fronte capisci che le cose vanno fatte in una certa maniera. Prima troviamo un’intesa e più velocemente andremo d’accordo“.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleDroga, un arresto per spaccio
Next articleCarceri pugliesi al limite del tracollo. Da oggi al via il nuovo polo di osservazione psichiatrica nel penitenziario leccese di Borgo San Nicola