Lecce, occasione per la fuga. Liverani: “Camminiamo a prescindere”

0
77

Lecce– Un’occasione ghiottissima per provare a parlare di fuga. Il Lecce attende il Cosenza nel Monday Night dell’undicesima giornata di Lega Pro. Lo scontro assume un valore importante nella lotta al vertice del Girone C. I giallorossi potrebbero beneficiare del secondo passo falso consecutivo del Catania, battuto sabato dalla Reggina, e assestarsi, in caso di vittoria, a +4 dalla seconda classificata Monopoli, a +6 dal Siracusa e a +7 dal Catania (che però ha un match in meno in quanto ha già scontato il turno di riposo).

L’ex guida tecnica del Lecce Piero Braglia è al timone del Cosenza dalla settima giornata, tornata in cui ha sostituito Gaetano Fontana, firmatario di una partenza choc con 2 punti in 5 partite. Il tecnico toscano, con qualche difficoltà, sta cominciando a migliorare il trend. Allo 0-1 nell’esordio personale con il Catania è seguita infatti la vittoria in casa della Reggina, bissata poi dal 2-1 rifilato al Bisceglie, il primo urlo tra le mura amiche del “San Vito”.

L’allenatore del Lecce Fabio Liverani ha sminuito il passo falso della squadra di Lucarelli, cercando di concentrarsi sul suo impegno: “Noi dobbiamo pensare a camminare quanto più velocemente possibile, a prescindere da quello che fanno le altre“.

L’ex Genoa ha preso gusto con i tre punti: “Dobbiamo continuare la striscia delle vittorie, dei punti e delle ultime due prestazioni, che ci danno più certezze delle vittorie stesse. Nelle ultime due partite abbiamo visto quanto possiamo essere forti quando giochiamo assieme, con cattiveria e voglia di arrivare al risultato tramite il gioco e la concentrazione“.

E sull’avversario: “Il Cosenza? Hanno una rosa con qualità importanti, però hanno avuto una partenza non ottimale. Sarà una gara difficile, del resto in questo campionato non esistono partite facili e sarebbe un errore pensarlo ora“.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleMons. Domenico D’Ambrosio, Arcivescovo emerito di Lecce sarà cittadino onorario di Trepuzzi
Next articleLecce, è prova di fuga: altra prodezza di Mancosu, Cosenza k.o.