Microonde ed elettromagnetismo: dal 30 novembre al 2 dicembre 150 studiosi da tutto il mondo a Lecce per il “Mediterranean Microwave Symposium”

0
220

Studiosi microonde ed elettromagnetismoLecce – Centocinquanta studiosi di microonde ed elettromagnetismo da 30 paesi di tutto il mondo si ritroveranno a Lecce, dal 30 novembre al 2 dicembre 2015 (presso l’hotel Tiziano), per il “Mediterranean Microwave Symposium” (Simposio Mediterraneo di Microonde), uno dei più importanti appuntamenti annuali internazionali del settore, organizzato dal professor Luciano Tarricone, Ordinario di Campi Elettromagnetici dell’Università del Salento e general chairman del congresso, assieme al suo gruppo di ricerca (i professori Luca Catarinucci e Giuseppina Monti, con il contributo dell’ingegner Raffaele Persico dell’IBAM-CNR).

Sostenuto dall’Ateneo salentino, dal Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione, dalla European Microwave Association (EuMA), dal Chapter per l’Italia Centro-Sud dell’IEEE (la più grande istituzione mondiale per l’Ingegneria Elettrica ed Elettronica) e dalla Banca Monte dei Paschi di Siena, l’evento è partecipato dall’URSI (Unione RadioScientifica Internazionale) e gode del patrocinio del Comune di Lecce.

Si tratta della quindicesima edizione del Simposio, nato con l’idea di valorizzare e diffondere la ricerca nel campo delle microonde in particolare nei paesi del bacino del Mediterraneo, in modo da favorire lo scambio e l’arricchimento mutuo fra i paesi europei e quelli africani e medio-orientali. Il successo dell’iniziativa  l’ha resa un appuntamento di primo piano a livello mondiale, e con un comitato scientifico di primo ordine. Le precedenti edizioni si sono tenute a Tetuan (Marocco, 2000), Caceres (Spagna, 2002), Cairo (2003), Marsiglia (2004), Atene (2005), Genova (2006), Budapest (2007), Damasco (2008), Tangiers (Marocco, 2009), Cipro (2010), Hammamet (Tunisia, 2011), Istanbul (2012), Saida (Libano, 2013), Marrakech (Marocco, 2014). Lecce è dunque la seconda tappa italiana.

«I temi toccati saranno di grande interesse per un ampio uditorio», sottolinea Tarricone, «in virtù delle molte applicazioni in vari ambiti, industriali e non. Si discuterà per esempio delle possibili applicazioni elettromagnetiche e a microonde per l’ambito agro-alimentare e per il trattamento degli infestanti delle piante, dei problemi legati all’esposizione umana ai campi elettromagnetici, e della progettazione di dispositivi e sistemi elettromagnetici per le telecomunicazioni per l’ingegneria biomedica, l’Internet del futuro o l’aerospazio».

Sito ufficiale: http://www.electromagnetics.unisalento.it/mms2015

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous article“Dona un sorriso”: Natale di solidarietà per gli scout novolesi
Next articleProgetto DICET: il 28 novembre il meeting conclusivo a Lecce