44a Stagione Lirica Tradizionale: a Lecce “Un ballo in maschera”

0
490

Lecce – Dopo un buon risultato della prova generale svoltasi ieri sera in un Politeama gremito soprattutto di scolaresche, oggi sulla 44^ Stagione Lirica Tradizionale della Provincia di Lecce si alza il sipario per la messa in scena dell’opera in cartellone “Un Ballo in maschera” di Giuseppe Verdi.

Un’opera poco conosciuta del repertorio verdiano – come si affermava nella presentazione alla stampa svoltasi ieri (20 febbraio) nella Pinacoteca del Museo Provinciale “Sigismondo Castromediano” – ma carica di suggestione e drammaticità tali da produrre un forte impatto emotivo e musicale.

“Siamo sicuri di offrire uno spettacolo di alta qualità del Verdi maturo – ha affermato la vice-presidente della Provincia, Simona Mancaimpegnandoci soprattutto per le giovani generazioni che stanno dimostrando un forte interesse verso l’opera lirica. Il nostro obiettivo è quello di estendere l’educazione all’ascolto anche fuori dal Salento.”

Insieme a lei, erano presenti il direttore artistico della Stagione, Sergio Rendine, il regista, Antonio De Lucia e il maestro concertatore e direttore d’orchestra, Filippo Zigante.
Il maestro Rendine, da parte sua, ha spiegato di voler dare la possibilità ai giovani di esibirsi su un palcoscenico prestigioso, anche in ruoli importanti, accanto a nomi sicuri, registi di livello e grandi direttori d’orchestra.
Anche il maestro Zigante ha ribadito, nel suo intervento, come “Ballo in maschera” fosse un’occasione ghiotta e preziosa, che ha segnato la produzione verdiana e che associa alla sua potenza espressiva un grande lirismo.
Successivamente, è intervenuto il regista Carlo Antonio De Lucia il quale ha precisato che il suo allestimento prevede una regia non tradizionale ma classica, in cui tutti gli elementi dell’opera convivono in maniera armoniosa, nel pieno rispetto della struttura verdiana, con l’intento ulteriore di evidenziare quello che pervade tutta l’opera e anticipa la successiva produzione di Verdi, fino a Falstaff, ossia l’umorismo verdiano, il trapasso dal momento tragico a quello umoristico.
Il cast di “Un Ballo in Maschera” è composto da: Piero Giuliacci (Riccardo), Luciana Distante (Amelia), Domenico Balzani (Renato), Evghenia Dundekova (Ulrica), Gemma Cardinale (Oscar), Orlando Polidoro (Primo giudice e un servo d’Amelia), Angelo Nardinocchi (Silvano), Francesco Palmieri (Samuel), Gianfranco Zuccarino (Tom).

Vi saranno poi gli interventi del Coro lirico di Lecce curato dal maestro Emanuela De Pietro, mentre le coreografie sono a cura del maestro Giovanni Simeone; assistente alla regia, Francesca Rollo. La scenografia è a cura di Caia Costantino, mentre i costumi sono di Alessandra Polimeno.

“Un Ballo in Maschera” verrà replicato domenica 24 febbraio, alle ore 18, nel Teatro Politeama Greco di Lecce con la partecipazione di Nunzia Santodirocco e Leyla Martinucci nei ruoli principali, e lunedì 25 febbraio, nel Teatro Verdi a Brindisi (sipario 20.45).

 {loadposition addthis}