Novoli “brucia” per i Sud Sound System (2)

0
35

Sud Sound System a NovoliNovoli (Le) – Una serata di aggregazione e tradizioni ieri nell’evento principale della seconda serata del “Fòcara Festival”. Ai piedi della grande pira, in piazza Tito Schipa, una folla massiccia ha seguito l’esibizione dei Sud Sound System, un gradito ritorno nel paese della fòcara per l’edizione 2015.
Il trio salentino, succeduto alle esibizioni di musica balkan proposta da Emir Kusturica & No Smoking Orchestra e di black music con la londinese Hollie Cook, ha cominciato a suonare intorno all’una.

Nandu Popu, Terron Fabio e Don Rico hanno entusiasmato i presenti proponendo, insieme ai pezzi storici che hanno fatto le fortune dei Sud Sound System, le tracce del nuovo album “Sta Tornu”, uscito il 10 giugno scorso, compilation che evidenzia orgogliosamente l’impegno dei Sud in questi vent’anni di carriera con il ritmo dancehall mixato con elementi dubstep, funk ed hip hop.

Nandu PopuVarie le tematiche toccate nel nuovo album, dalla denuncia contro gli intrecci mafia-politica di “Mani in Pasta” al rammarico per i delitti sociali denunciati in “Nazione Strana” alle canzoni d’amore “Do Parole” e “L’Infinitu tra Nui”. Un amore diverso, quello per il Salento natìo è descritto in “Roja”, canto d’amore in spagnolo per la nostra terra da sempre soggetta a sfruttamenti di ogni genere, celebrata anche dal racconto delle tradizioni in “Casa Mia”Toccante come sempre è stato l’omaggio agli emigranti novolesi con la storica “Ciao Amore”, canzone che racconta le vicissitudini di ogni salentino esule dalla propria terra per cercare fortuna. L’emozione dei ritmi coordinati e dei testi del trio ha riscaldato i presenti nella fredda nottata.

Novoli “brucia” ancora per i Sud Sound System, e il delirio di “Le Radici ca tieni”, successo storico, è stato solamente l’apice di un concerto da ricordare.

{loadposition addthis}