Si celebra il prossimo 8 febbraio la giornata nazionale per la raccolta del farmaco

0
269

Raccolta farmaciSe non avete mai pensato di andare in farmacia ad acquistare medicinali per donarli a persone a voi sconosciute, questo è il momento di farlo!

Sabato 8 febbraio 2014 in tutta Italia si svolgerà la XIV Giornata di Raccolta del Farmaco. È una iniziativa ideata dalla Fondazione Banco Farmaceutico Onlus in collaborazione con Federfarma e CDO Opere Sociali.

Si tratta di acquistare un farmaco da banco per automedicazione e donarlo a coloro che non hanno le possibilità economiche per poterlo comprare.

All’uscita di ogni farmacia aderente all’iniziativa, 3 400 in tutta Italia, saranno presenti i volontari ed i carrelli nei quali deporre i farmaci.

Anche in provincia di Lecce e in molti dei nostri comuni salentini ci attenderanno i volontari, pronti a ringraziarci con un sorriso.

L’aiuto verso i bisognosi inizia da qui, nel curare i loro piccoli disagi, per scongiurarne di più grandi.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleUniversità del Salento: ricercatori non idonei all’abilitazione. Rischio sospensioni attività didattiche
Next articleLerda prima di Barletta: “Dare il massimo senza rompere gli equilibri”