Matino, la mostra di Ivan Cattaneo: “Io faccio facce visi di/visi”

1
498

Matino (Le) – Bergamasco doc, nato come professore di storia dell’arte, Ivan Cattaneo ci ha abituati da circa quarant’anni a un’ estrosa musica trasgressiva e sensuale (emblematica, “Polisex”) ed anche a cover molto divertenti e coinvolgenti.

Ma questo fascinoso essere dagli occhi magnetici e brucianti si estrinseca in maniera sorprendente anche attraverso la pittura; una pittura inquietante e dissacrante. Proprio come lui.

La sua personale, inaugurata alla presenza dell’Artista il 27 luglio (e che resterà aperta fino al 18 agosto) negli spazi del Foscolo Ristorante e Cocktail bar nel suggestivo centro storico di Matino, va assolutamente assaporata al pari di un cocktail molto alcolico o di una delle prelibatezze culinarie molto ricercate che al Foscolo si propongono come cornice a quadri ed opere d’arte sempre molto particolari ed interessanti.

Gli ultimi lavori dell’Ivan Cattaneo artista sono frutto di tecniche miste su tela e su carta e raffigurano volti arcaici, dolenti, demoniaci, misteriosi; sguardi smarriti o penetranti, che – rimirandoli – fanno molto interrogare su alcuni pensieri molto reconditi e, a volte, inconfessabili.

I “visi di/visi” dell’Artista sono collage, dove “la natura vince sulla fotografia”, come dice lo stesso Cattaneo, che con l’apprezzabile autoironia degli intelligenti si definisce “opera d’arte fuori dai musei”.

Sicuramente l’Ivan Cattaneo cantante è quello più famoso; ma va assolutamente scoperto e approfondito anche l’Ivan Cattaneo artista, perché le sue Opere ammaliano e, nel contempo, fanno riflettere : i tanti visi di/visi, i volti sofferenti, gli sguardi in tralice, gli occhi lucidi dei suoi quadri, sono i nostri, sono le espressioni che assumiamo a volte senza rendercene conto, gli sguardi e le smorfie che si dipingono sul nostro volto quando pensiamo a qualcuno che non c’è più, o a qualcuno che vorremmo vicino o a qualcosa che ci turba; sono le luci che abbiamo in viso quando non c’è uno specchio a portata di mano.

Avvocato Patrocinante in Cassazione Giudice Onorario Tribunale Brindisi Conciliatore Spec.to consumo e bancario

1 COMMENTO

  1. Da pittore affermo che l’opera pittorica di Ivan è estremamente innovativa e, per quelli che osservano stando sulla superficie, ricordo che l’amico ha studiato parecchio e bene gli autori antichi. Uni di questi è Luca Signorelli dove sono ripresi con rara competenza i passaggi tra i viola rossastri ed i verdi del Maestro Antico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleUna notte tutta da ridere a due passi dal mare: arriva la Notte dell’Orso
Next articleTricase, sarà presentato il 30 luglio il “BusCuore”, il minivan di ALR per il trasporto dei piccoli pazienti