La donna oggi: diritti acquisiti, diritti negati. Un convegno il 6 dicembre a Ostuni

0
44

Ostuni (Br) – In Italia il dramma della violenza di genere si confronta con cifre sempre più esorbitanti e preoccupanti. Solo nei primi 9 mesi del 2018 sono stati ben 32 i femminicidi, mentre in calo risultano i cosiddetti reati-spia: maltrattamenti in famiglia, stalking, percosse, violenze sessuali. Crescono invece denunce e arresti.

Proprio per non relegare una tematica così scottante ad una sola giornata (il 25 novembre, celebrata ormai in tutto il mondo come la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne), la CGIL di Ostuni ha organizzato per giovedì 6 dicembre, a partire dalle ore 16.30, un convegno sul tema: “La donna oggi: diritti acquisiti, diritti negati”.

L’evento, fortemente voluto dalla responsabile della locale Camera del Lavoro, Ester Caroli, si terrà nella Biblioteca Comunale. Relatori il sociologo Leonardo Palmisano, il segretario generale della CGIL di Brindisi, Antonio Macchia ed il Sostituto Procuratore della DDA di Lecce, Milto De Nozza.

A moderare l’incontro, il Direttore Responsabile di Paisemiu.com, Antonio Soleti.

”Se guardiamo al passato – dichiara Ester Caroli – possiamo riconoscere che si sono fatti grandi passi in avanti ma se ci soffermiamo sulle politiche messe in atto negli ultimi tempi c’è da preoccuparsi. Si intravede un ritorno all’oscurantismo medievale, si vuole far tornare la donna ad essere dedita a casa e famiglia; le si nega di fatto il diritto di scegliere se abortirei le si complica il percorso da intraprendere qualora voglia separarsi, così come prevede il DDL Pillon. Ci si approccerà al tema con uno sguardo femminista dove femminista significa credere che uomini e donna hanno gli stessi diritti senza superiorità di genere, né dall’una e né dall’altra parte”.