I “giorni del fuoco” a Villa Convento

0
543

Manifesto Villa Convento (Le) – Anche quest’anno, la piccola frazione di Villa Convento al confine tra Lecce e Novoli celebra i solenni festeggiamenti in onore del Santo Patrono, Antonio Abate, previsti nei giorni 25 e 26 Gennaio.

Nei mesi che precedono l’evento la popolazione si mobilita per la raccolta delle tipiche fasciddrhe, i rami risultanti dalla potatura delle vigne, i quali vengono accatastati con perfetta maestria e, con tecniche tramandate gelosamente da generazione in generazione, vengono legate per formare i fasci che daranno forma alla fòcara. Tali fascine sono assiepate presso la piazza principale adiacente alla Chiesa e l’esperto, Massimo Pagano con l’aiuto di altrettanto esperti collaboratori e con la sua maestria, realizzerà la tradizionale “fòcara” ogni anno con una nuova e particolare forma geometrica che brucerà  in onore del Santo nella spettacolare notte del fuoco.

La popolazione in fermento attende i festeggiamenti civili e religiosi che si aprono  con il triduo di preparazione, nelle tre giornate che precedono la vigilia della festa, durante le quali l’alba sarà salutata da una fragorosa salve di bombe a cannone.

Il giorno della vigilia della festa sarà inaugurata la fòcara con la benedizione impartita dal nuovo parroco di Villa convento Don Massimiliano Mazzotta e sarà dato avvio alla solenne processione che porterà per le strade cittadine il Simulacro del Santo. Al termine della stessa tutti i cittadini si riuniranno per omaggiare il Santo nella solenne  celebrazione della messa, durante la quale ascolteranno il panegirico sul Santo, celebrato dal novolese Don Alessandro Scevola.

In serata sarà acceso il falò e tutti i convenuti potranno partecipare alla tipica  grigliata dei sapori  locali, con gustose salsicce, prelibati turcinieddi e tanta altra buona carne, organizzata  dal Comitato Feste  e alla  XXXII sagra de “lu taraddru cu llu pipe… e mieru a volontà” offerto generosamente come ogni anno dai produttori locali, il tutto contornato dal calore della nostra focara.

Dopo l’accensione del Falò il gruppo musicale “Vento del Sud”, una formazione di Pizzica/Taranta di giovanissimi musicisti salentini attiva da circa tre anni su tutto il territorio nazionale,  allieterà la serata.

Un ringraziamento particolare all’amministrazione comunale di Novoli, all’assesore Andrea Guido del comune di Lecce e alla locale Pro loco che hanno dato il loro aiuto alla riuscita delle manifestazioni.

{loadposition addthis}

 

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleIl Catanzaro tra crisi di risultati ed importanti rinforzi
Next articleIl risveglio … (forse) dopo i botti di Capodanno