Guagnano,  al via la “Matthra di San Giuseppe”

0
151

Guagnano (Le) – Ogni anno, il 19 marzo, a Guagnano, si svolge la tradizionale “Matthra di San Giuseppe”, festa con origini molto antiche, la cui origine si perde nella notte dei tempi; è quasi impossibile fissarne con certezza una precisa data di nascita. Si suppone che questa antica tradizione risalga al periodo medioevale. Era usanza, infatti, da parte del “signore” del luogo (i cosiddetti “patruni”), offrire una volta l’anno un pranzo  ai poveri del luogo. Le  prime testimonianze raccolte e tramandate soprattutto da fonti orali si collocano nel periodo del dopoguerra.

Si trovano testimonianze anche di foto, che ritraggono sfilate per le vie del paese “ti li traini” sui quali c’erano i personaggi che rappresentavano la Sacra Famiglia. Giunti in piazza si offrivano, a tutti i presenti, delle vivande già pronte per essere consumate. Data la situazione di povertà dell’epoca, molti si affannavano a mangiare le varie pietanze poiché non potevano permettersi di acquistare e, di conseguenza, di mangiare. Una testimonianza orale ci racconta che, i poveri, prendevano del cibo, per portarselo a casa, mettendoselo nelle tasche dei vestiti. Con il passar del tempo ai traini si sono sostituiti i trattori, con a capo un carro guida su cui sedevano i personaggi che rappresentavano la Sacra Famiglia. I carri, sfilavano lungo le strade del paese agghindati a festa con rami di mandorli in fiore, simbolo della primavera.

Martedì 19 Marzo, per le solennità di San Giuseppe, presso la Piazza Madonna SS. del Rosario, saranno posizionate le “matthre”. Quest’anno non ci sarà la sfilata dei carri, alle 18 è prevista la celebrazione eucaristica e la benedizione dei papà presenti. Al termine della Messa il simulacro di San Giuseppe sarà portato sul sagrato della Chiesa per la benedizione delle matthre e del pane. A seguire ci sarà uno spettacolo pirotecnico e uno spettacolo musicale: “Crazy band”. Le associazioni presenti sul territorio, “Il Paese dei Balocchi”, “Lu Campanile”, “Mamma Coi”, “Officine ARS”, “il Gruppo Teatro Parrocchiale”, offriranno degustazioni di prodotti tipici.

Nel corso della serata sarà premiato il papà dell’anno 2022. Durante la mattinata dalle 8 alle 12 per i donatori di sangue, ci sarà l’autoemoteca dell’AVIS.