Riccardi graffia ancora allo scadere, il Lecce supera la Casertana

0
77

 

FOTO: Stefano DI BELLA

Lecce– E’ il momento di Davide Riccardi. Il giovane difensore scuola Verona è ancora decisivo e, dopo il pareggio di sabato scorso ad Andria, un suo gol in mischia regala tre punti al Lecce, che continua così il suo cammino al vertice e tiene a distanza le inseguitrici Catania e Trapani.

Rispetto all’1-1 di Andria, Liverani fa rifiatare Armellino, sostituito con Costa Ferreira. Dietro le punte Caturano-Di Piazza c’è Pacilli. La Casertana, orfana dello squalificato Padovan e degli squalificati Alfageme e De Rose, guarda alla difensiva con un abbottonato 3-5-2 e davanti s’affida alla coppia offensiva Turchetta-Marotta.

Il Lecce s’approccia bene alla partita, mette subito alle corde la Casertana e colleziona calci d’angolo. L’occasione più nitida dell’avvio arriva però su un calcio di punizione al 5’. Pacilli mette al centro, Lorenzini alza un campanile che premia Cosenza, non coordinato nella battuta rete che risulta fiacca e a lato. Al 9’ bel cross di Lepore per Di Piazza, che di testa manca il bersaglio.

La Casertana si fa vedere soltanto al 18’ con un tiro a giro alto di Carriero. Con il passare dei minuti la pericolosità del Lecce s’abbassa e al 23’ sono gli ospiti a sfiorare il vantaggio con un tiro-cross mal calibrato di Galli che fa preoccupare non poco Perucchini.

Due minuti dopo arriva la “paratissima” del portiere giallorosso, velocissimo nello sventare con la mano di richiamo un piatto di De Marco diretto sotto la traversa. L’intervento di Perucchini non ferma la verve della Casertana, pericolosa anche al 29’ con il destro sparato in alto da Marotta dopo una sponda intelligente di Rajcic. In un primo tempo che si rivelerà avaro di emozioni sono quindi gli ospiti a essere più pericolosi.

Al 31’ si rialza il Lecce. Pacilli s’invola a tu per tu con Cardelli ma perde il confronto con l’avversario, che esce puntuale dai pali e gli sbarra la strada in uscita. Di Piazza prova a rompere il lungo digiuno dell’attacco giallorosso, ma la girata di testa è controllata in presa da Cardelli. Lepore e compagni, senza idee dal centrocampo in su, pagano la buona guardia messa su dal trio Rainone-Polak-Lorenzini, efficiente sulle palle alte e ben coadiuvato dai rientri dei fluidificanti.

Il secondo tempo comincia con il sussulto di Di Piazza, messo in moto da Pacilli nel cuore dell’area e murato da Cardelli. L’ex Foggia si riscatta all’8’ dopo un sinistro di Caturano di poco alto sopra la trasversale. Mancosu inventa un geniale lancio, Di Piazza aggancia in area, aggira Lorenzini, salta Cardelli e trasforma con freddezza di piatto. Sesto gol stagionale e tripudio meritato sotto la Curva Nord.

La Casertana, non pericolosa come prima, reagisce con un tiro sull’esterno della rete di Carriero, pungente tra le linee giallorosse e bravo a prendersi un cross sul secondo palo prima di fallire la conclusione. Pacilli, al 17’, prova a mettersi in proprio ma la staffilata da fuori non crea grattacapi a Cardelli. Gli ospiti perdono smalto e le geometrie della folta mediana non arrivano a compimento.

Un’ulteriore prova arriva al 24’, quando Di Piazza, invitato a nozze da Pacilli, manca la doppietta solo di fronte a Cardelli, che chiude in spaccata. Il Lecce s’affievolisce nel gioco offensivo ma sono pregevoli le letture difensive di Riccardi, che si riscatta dopo un primo tempo balbettante. Liverani si copre con Ciancio per Pacilli e si dispone con il 4-4-2, ma i giallorossi non riescono a sfruttare molte ripartenze a causa dell’endemica imprecisione nell’ultimo passaggio.

Hara-kiri Lecce al 37’. Torromino valuta male un velo e regala a Galli lo spazio per la sassata da fuori che, complice un cambio di traiettoria, beffa Perucchini. Liverani appesantisce l’attacco con Dubickas per Lepore e al 42′ salta di gioia per il nuovo vantaggio.

Su un corner di Pacilli s’innesca un flipper impazzito che premia Riccardi, attento al rimpallo e veloce nello scaraventare in rete la sfera per il sospiro di sollievo generale del “Via del Mare”. Di Piazza fallisce il successivo colpo del k.o. ma non c’è spazio per nessuna occasione per la Casertana.

Il Lecce trionfa e continua la sua marcia nonostante qualche errore di troppo. Guai ad abbassare la guardia, sabato alle 16:30 è in programma l’insidioso match in casa del Siracusa, distanziato di sette punti dai salentini e ora quarto in classifica a seguito del passo falso del Monopoli in quel di Catanzaro.

Il tabellino

Lecce-Casertana 2-1

Lecce (4-3-1-2): Perucchini; Lepore (42’st Dubickas), Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Costa Ferreira (15’st Armellino), Arrigoni, Mancosu; Pacilli (34’st Ciancio); Caturano (15’st Torromino), Di Piazza. A disposizione: Chironi, Valeri, Megelaitis, Marino, Drudi, Lezzi, Tsonev, Gambardella. Allenatore Fabio Liverani

Casertana (3-5-2): Cardelli; Rainone, Polak, Lorenzini (25’st Tripicchio); Galli, Carriero (43’st Cigliano), Rajcic (25’st Colli), De Marco, Ferrara (1’st D’Anna); Marotta (39’st Forte), Turchetta. A disposizione: Avella, Finizio, Santoro, Minale. Allenatore Luca D’Angelo

Marcatori 8’st Di Piazza (L), 37’st Galli (C ), 42’st Riccardi (L)

Espulso Meluso (d.s. Lecce) al 45’st per proteste

Ammoniti 21’pt Lepore (L), 32’pt Costa Ferreira (L), 35’pt Carriero (C),

Arbitro Daniele Viotti di Tivoli

Assistenti Giuseppe Maccadino di Pesaro e Graziano Vitaloni di Ancona

Note: serata ventosa e piovigginosa, temperatura 12 C, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 7851 (6649 abbonati, 1202 paganti), incasso totale 46816,00 euro (30204,00 euro quota abbonamenti, 16612,00 euro incasso paganti) . Recupero 3’pt, 4’st.

 

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleU.S. Lecce: “Intensificheremo i controlli ai varchi d’accesso dello stadio”
Next articleLecce: ecco i convocati per la trasferta di Siracusa