La difesa giallorossa preoccupa: a pochi giorni dall’inizio del campionato è già emergenza

0
102
Dermaku

Lecce – La rivoluzione della rosa della stagione 2021/2022 è quasi giunta al termine. Manca poco ormai: due centrali difensivi, un centrocampista e forse un esterno. Sicuramente, la difesa è il reparto che più preoccupa. Le partenze di Lucioni, Simic e Calabresi sono state compensate dall’arrivo del solo Cetin. Praticamente, il Lecce partito per il ritiro di Folgaria era, numericamente, più pronto rispetto a quello attuale.

Dopo il ritiro, con le partenze di Simic e Calabresi e l’arrivo di Cetin, il Lecce si ritrova con soli tre centrali di ruolo.  Troppo poco e non parliamo solo in termini di numeri ma anche e soprattutto di garanzie fisiche. Dermaku e Tuia, purtroppo, non garantiscono continuità. Il centrale albanese, da quando è nel Salento, è stato spesso fuori per infortunio. Nella stagione 2020/2021 è stato lontano dai campi complessivamente due mesi e mezzo, saltando ben diciassette partite. Nell’ultimo campionato ha dato forfait per tredici gare sempre per infortunio. L’ultimo, muscolare, lo ha costretto a fermarsi durante la prima gara ufficiale con il Cittadella per una lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia sinistra. Tuia ripercorre gli stessi numeri del collega di reparto. Nella prima stagione in giallorosso, quella del 2021/2022, l’ex Benevento è rimasto ai box quasi tre mesi saltando quattordici partite, di queste, la maggior parte, per infortunio muscolare. Tuia non prenderà parte all’inizio della stagione in Serie A perché fermo per un infortunio muscolare originato da una contusione.

Questa sintesi riassume serie problematiche. Il caso e forse qualche rito voodoo hanno acuito questa situazione generando un’emergenza già contro il Cittadella. Senza dimenticare l’assenza per infortunio di Tuia, l’apoteosi è stata raggiunta con l’infortunio di Dermaku durante la gara. Ora, il Lecce ha a disposizione un solo difensore centrale di ruolo, tra l’altro acquistato da pochi giorni, proprio dopo la defezione di Dermaku. A dover fare compagnia all’ultimo arrivato Cetin, su cui, per ora, non ci esprimiamo sulla sola base dei numeri, ci sarà Blin. Dispiace presentarsi già ai nastri di partenza della Serie A con una emergenza in difesa. Soprattutto perché, per una squadra che dovrà lottare per la salvezza, il reparto difensivo è quello più determinante.

Dopo la preparazione, i giallorossi sembrerebbero aver fatto un passo indietro. Sappiamo, però, che il Responsabile dell’area tecnica Corvino e il Direttore Trinchera sono a lavoro incessantemente per regalare difensori di categoria e, soprattutto, alla portata del Lecce. Novità dovrebbero arrivare già nelle prossime ore. Speriamo, però, che questo ritardo non significhi partire già sconfitti per la prima di campionato contro l’Inter.