Università del Salento: sospese attività didattiche per assenza di fondi

0
308

AteneoLecce – Esplode la rabbia e la protesta in gran parte degli atenei del Sud Italia e, ovviamente, anche l’Università del Salento aderisce alla contestazione.

Il motivo è da ricondurre al decreto che a breve il Parlamento approverà: il DM punti organico 2013 che definisce i criteri per l’attribuzione a ciascuna Istituzione Universitaria Statale del contingente di spesa disponibile per l’anno 2013. Numerosi gli atenei meridionali, oltre a quello leccese, anche l’Università di Foggia, Bari, Università del Molise e l’Università Federico II di Napoli, che sono di fatto penalizzati da tale delibera. 

Infatti, l’approvazione della stessa  comporterebbe una sensibile riduzione della disponibilità in termini economici  di tali Università, sancendone per la maggior parte la chiusura.

Per questo motivo, gli atenei hanno programmato, per l’intera giornata di Giovedì 28 Novembre, la sospensione delle attività didattiche che costituirà un momento di confronto, discussione e riflessione tra tutti i membri accademici sulle scelte e gli strumenti da adottare per salvare l’Università.

Nell’ateneo leccese le lezioni saranno sospese dalle 12 alle 15 su iniziativa del Rettore Vincenzo Zara che si è detto completamente solidale con gli studenti.

“Gli appelli lanciati da studenti, ricercatori, personale docente e non – afferma Alberto Campailla, Portavoce Nazionale di Link Coordinamento Universitario – sono stati fondamentali per sospendere le attività didattiche, perchè è importante che l’Università si fermi a riflettere su ciò che sta accadendo”.

Gli esponenti del Senato Accademico chiedono che il Ministro della Pubblica Istruzione Carrozza ascolti le richieste provenienti da gran parte della comunità accademica nazionale, auspicando, infine, che il governo delle larghe intese provveda immediatamente alla rettifica del decreto, perchè in caso contrario, la conseguenza più disastrosa porterebbe  alla chiusura di tanti atenei del Sud Italia.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNovoli, mentre l’opposizione incalza, la maggioranza relaziona al Prefetto
Next articleDomani sera, terza tappa di “Mi racconti un libro?”, al centro della scena ancora il “noi”