Novoli, scuole chiuse fino al 15 novembre. Saranno sanificate

1
1319

Novoli (Le) – Sono lontani i tempi in cui il paese vantava un numero di contagi che non superava le 3 unità. Nel primo lockdown, infatti, quello di marzo, per intenderci, a Novoli i casi di COVID-19 si contavano sulle dita di una sola mano. Oggi invece la situazione è un po’ diversa (a ieri i casi erano almeno 15).
In via precauzionale, quindi, il Sindaco Marco De Luca ha firmato oggi una ordinanza di chiusura dei plessi scolastici in via Dei Caduti e via Luigi Madaro almeno fino al 15 novembre. La motivazione alla base dell’ordinanza sindacale è riconducibile all’indagine epidemiologica in corso ed all’attesa dell’esito di un tampone effettuato su un alunno, così come comunicato agli Enti preposti dalla dirigente scolastica Elisabetta Dell’Atti.

Al provvedimento, adottato in via cautelativa ed a tutela della salute pubblica, seguiranno gli interventi di igienizzazione e sanificazione degli ambienti scolastici.

”Siamo impegnati da molti mesi, su tutti i fronti, in questa lunga e faticosa battaglia utile al contenimento dei contagi da COVID-19 – ha dichiarato il primo cittadino Marco De Luca -. Per questo motivo, di concerto con la dirigente Dell’Atti, si è ritenuto necessario ridurre al minimo i rischi di infezione, tanto per la popolazione scolastica quanto per chi, nella scuola, ci lavora (docenti e collaboratori in primis)”.

”L’invito all’evento famiglie è sempre lo stesso – ribadisce De Luca -: prestare la massima attenzione, indossare sempre le mascherine, igienizzare le mani e mantenere le distanze di sicurezza, oltre a ridurre gli spostamenti sul territorio, muovendosi solo per reali e comprovate ragioni di necessità e urgenza”.

Circa le fake news paesane su probabili contagi e caccia all’untore, il Sindaco invita infine ad essere più prudenti nella diffusione di notizie fuorvianti facendo riferimento solo ai canali ufficiali gestiti dalle autorità preposte.

1 COMMENTO

  1. La sanificazione in questione che sta per essere adottata nn servirà a un bel niente, saranno soldi regalati per meglio dire buttati al vento a queste ditte, ma cosa più inutile nn ci sarà nessuna precauzione nei confronti dei cittadini.Questi istituiti hanno bisogno di una barriera che solo tramide dei sanificatori di ultima generazione che personalmente tratto, che agiscono all’interno dell’edificio h24, cautelando e proteggendo l’entrata e l’uscita di virus , batteri e qualsiasi altra sostanza tossica o infettiva. Bisogna prevenire ma in maniera intelligente e salvaguardare nel tempo ogni gg la nostra salute. Sanificare ogni tot nn serve a nulla perché la tempistica dei virus nn va’ a braccietto con quella dell’effetto che determinano queste tipologie di serie c. Quindi prima di effettuare un’operazione cerchiamo per lo meno di adottare dispositivi in grado di interagire in maniera continua e no discontinua. Cordiali saluti Stefania Blasi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleSempre più distanti, mai più soli
Next articleNovoli, la gestione straordinaria della “Fondazione Fòcara” verso la proposta ai creditori