Sogliano Cavour, al via, allo Splash di Gallipoli, il Campus estivo dedicato agli under 16

0
16

L’acquapark della città bella, dal 7 al 17 luglio, ospiterà 30 bambini soglianesi


Sogliano C. (Le) – Parte oggi all’acquapark di Gallipoli, il Campus estivo completamente gratuito e dedicato agli under 16 residenti a Sogliano Cavour

Dieci giorni all’insegna della leggerezza e della spensieratezza per favorire la socialità e le relazioni tra pari, anche in considerazione della particolare situazione emergenziale da Covid19 vissuta ed ancora in corso; una iniziativa che sostenga le famiglie che nel periodo estivo necessitano di supporto per facilitare l’organizzazione quotidiana e favorire la conciliazione tra tempo di lavoro e gestione dei figli e prevedere, infine, l’inclusione di soggetti deboli o svantaggiati offrendo loro occasioni di svago e di socialità.

Una esperienza singolare e molto significativa per l’intera comunità soglianese che, quest’anno, potrà ritrovarsi in più di un’occasione stante l’ampio calendario di eventi culturali, ludici e folkloristici a cui l’Amministrazione Comunale guidata da Giovanni Casarano ha lavorato e, solo da qualche ora, ha reso definitivo.

“Dall’inizio del nostro mandato stiamo lavorando alacremente per creare le migliori possibilità per i nostri bambini e ragazzi che da anni non trovavano ascolto e occasioni di aggregazione – così l’assessore alle politiche sociali Pierluigi StefanizziLa socialità e la condivisione di momenti ludici ricreativi sono fondamentali, lo sono a maggior ragione all’uscita da una pandemia come quella che abbiamo vissuto in questo anno fra quarantene, lockdown e didattica a distanza. A tale proposito devo dire che fa piacere vedere una popolazione che, forse anche come reazione, partecipa e coopera affinché Sogliano possa migliorare la propria vivibilità ed offerta estiva, soprattutto per i più piccoli. Per questo vogliamo sempre più agevolare iniziative che promuovano e favoriscano occasioni di svago e anche sostegno alle famiglie, ospitando i ragazzi in sicurezza e facendogli praticare sport e attività all’aria aperta. I campus sono una risposta anche per le famiglie, perché dopo la chiusura della scuola i ragazzi possano essere impegnati in attività sane e trascorrere un’estate felice, a maggior ragione dopo l’anno che abbiamo vissuto”.