La regista cesarina Agnese Correra sbarca anche a Parigi

0
2053

Ag Sofia Gaelle 2bisPorto Cesareo (Le) La giovane regista salentina Agnese Correra, già conosciuta per i suoi lavori che vedono sempre protagonisti i nostri paesaggi, tra mare, terra, bellezze naturali e fisiche che rappresentano il suo territorio ed il suo retroterra culturale, questa volta dal Salento ha preso letteralmente il volo verso Parigi! In Francia già dal 2011 si occupa del montaggio di progetti video de Les Baladines.

Les Baladines è una scuola di danza francese, situata ad Asnières-sur Seine, una cittadina a 2 km da Parigi. La suddetta scuola è una realtà importante con circa 900 iscritti.

Ma come mai Agnese si è ritrovata in questa realtà? La risposta è presto servita! Non poteva che esserci in giro un’altra salentina, Sofia Capestro, direttrice della scuola di danza. Sofia Capestro già da tempo risiede in Francia e da tempo aveva in mente di far conoscere a tutti la propria realtà, gli insegnanti di danza, gli stili e le caratteristiche dei Galà de Les Baladines, grandi spettacoli di danza.

L’ultimo reportage, che uscirà il 29 febbraio prossimo, è stato girato la terza settimana di novembre scorso, pochi giorni dopo gli attentati di Parigi nel clima di tensione magistralmente stemperato da grandi strumenti come il cinema e la danza. Ed in questo Agnese e Sofia hanno messo del loro, girando per le strade blindate della capitale e accompagnate dalle luci tricolore dei monumenti parigini.

Il reportage sarà visibile su sito web de Les Baladines www.lesbaladines.fr e sulla pagina della regista www.vimeo.com/agnesecorrera

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNovoli, ecco il baratto amministrativo. Cos’è e come chiederlo
Next articleGuagnano: prima assemblea del Circolo PD alla presenza del nuovo reggente, Alfonso Rampino