La prima candelina di HouseStationRadio.com

0
482

La web radio festeggia il suo primo anno di attività e si gode il successo di ascoltatori e followers in tutto il mondo. La piattaforma web, con 120 dj e maratone no-stop giornaliere dedicate all’house music capaci di conquistare più di 100mila ascolti mensili, si presenta come un progetto ambizioso che vuole continuare a crescere e porsi come mezzo di dialogo fra culture e abitudini musicali. Già attive collaborazioni e party internazionali, mentre nel Salento si prepara la “HouseStationRadio Conference” del 26 luglio

Politi - FrassanitoUn ponte che unisce il Salento al resto del mondo, grazie alle sonorità house mixate in Rete da centinaia di performer provenienti da ogni angolo del pianeta.

La sfida di HouseStatioRadio.com, la web radio ideata nel Salento da Alex Politi, Gigi Frassanito e Guido P., a un solo anno dall’inizio della sua attività, è ampiamente superata e raccoglie quotidianamente migliaia di successi e consensi. A confermarlo ci sono numeri e statistiche davvero singolari per un progetto tanto giovane quanto ambizioso, nato nel maggio 2012 e che, ad oggi, conta oltre 120 dj in tutto il mondo, impegnati in diretta streaming audio e video 24 ore su 24 a deliziare con mix e sperimentazioni i cyber appassionati del genere; accanto a questi, inoltre, si segnalano più di 5mila ascoltatori giornalieri per un totale di oltre 100mila visite settimanali, provenienti non solo dall’intera penisola italiana ma soprattutto da diversi stati dell’Europa (Portogallo, Spagna, Francia, Germania, Regno Unito, Grecia) e da altri continenti (fortissima la partecipazione dagli Stati Uniti, dal Brasile e dell’America Latina e persino da Australia e Nuova Zelanda).

Per non parlare, infine, del buon seguito planetario che la web radio house sta riscuotendo anche sui principali social network (con 20mila followers su Facebook e 1800 su Twitter) e sugli store digitali (con tantissimi download della app ufficiale per smartphone).

“Siamo davvero soddisfatti di questo primo anno di attività – commentano i fondatori salentini. Del resto abbiamo dato forma a un progetto cullato per anni e che condividiamo giornalmente con chi, come noi e come tanti altri ‘attori’ che animano le movide del mondo, vivono di musica e delle emozioni che questa regala. La nostra, in effetti, è una sfida nella sfida: fanno piacere sicuramente i numeri di questo primo anno ma vogliamo continuare a pensare alla web radio come un mezzo di comunicazione fondamentale per mettere in contatto uomini e donne aldilà di latitudini e distanze, ma soprattutto vogliamo utilizzarlo come mezzo di dialogo tra dj di tutto il mondo e come mezzo di diffusione della cultura dell’house music, ancora non uniformemente diffusa”. Obiettivi, questi, che potranno essere conquistati sia con il prezioso partenariato con il Winter Music Conference di Miami (la più grande kermesse mondiale dedicata del settore, che già nella scorsa edizione di marzo ha visto protagonisti i dj di HSR) sia con i tanti party ufficiali, in programma nel Salento e in giro per il pianeta (il 17 e 18 agosto, per esempio, ad Oporto) per festeggiare l’arrivo della bella stagione.

L’occasione ghiotta, infine, per festeggiare in grande stile il primo compleanno di HouseStationRadio sarà fissata per il 26 luglio all’interno di Giardino Scozzi (Strada provinciale Carmiano – Villa Convento). L’evento, ribattezzato “House Station Radio Conference”, vedrà la partecipazione di diversi dj stranieri che, durante la lunga giornata di musica (si parte con il pool party alle 17 per continuare fino a notte fonda con il “Bday Official Party”), avranno la possibilità di dialogare e collaborare dietro la consolle con i loro colleghi salentini.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articlePresentato Miccoli; “Darò il 300%: uscirò dal campo solo se starò morendo”
Next articleMadonna del Pane: la Tradizione regala “radici e ali”