Lecce – Verona, gli scaligeri sbancano il Via del Mare

0
44

Lecce – Seconda giornata di serie A, al Via del Mare si presenta il Verona di Juric, reduce dal pareggio casalingo con il Bologna. Il Lecce si presenta ai suoi tifosi, con la voglia di riscatto dopo il severo passivo subito a San Siro dall’Inter.

Primo tempo – Parte bene il Lecce che sfiora il gol al secondo minuto, ma il Verona prende subito le misure e si rende pericoloso al tredicesimo con un colpo di testa di Rrhamani sugli sviluppi di un calcio di punizione.
Verona ancora pericoloso su punizione con Veloso su punizione e con Lazovic che tira fuori dopo una manovra insistita.
Lecce in affanno, si riaffaccia in avanti al 16’ con una verticalizzazione di Majer su Lapadula che mette al centro ma non trova nessun compagno.
Il Verona però sembra più in palla e al 20’ colpisce il palo su angolo.
Al 26’ è il momento del cooling break e Liverani scuote i suoi.
Al 31’ Falco si invola sulla destra, cross in mezzo e colpo di testa alto di Lapadula. Pochi minuti dopo è il turno di Shakhov che ci prova di testa ma la palla è sempre fuori.
Al 36’ si riaffaccia in avanti il Verona, incursione pericolosissima di Lazovic sulla destra che rientra e tira ma Gabriel para di petto.
Nel recupero è il Lecce a rendersi pericoloso due volte con la coppia Falco e Lapadula. Tanta volontà dei salentini, ma il Verona nel primo tempo ha meritato qualcosa in più.

Secondo Tempo – Liverani abbandona l’abito d’ordinanza e torna a bordo campo in tuta, i salentini ricominciano con piglio diverso.
Al secondo minuto Lecce subito pericoloso con Majer, ma la conclusione si spegne fuori. Al quinto a rendersi pericoloso è Tachsidis che conclude in girata da dentro l’area ma la conclusione è respinta dalla difesa.
Lecce padrone del campo, manovra più fluida e Verona in affanno.
Girandola di cambi, nel Lecce entrano Rispoli e La Mantia, nel Verona entrano Verre e Pessina.
Al 31’ punizione del Lecce con Falco che calcia nel mezzo e Lucioni che colpisce di testa ma la palla sfila a lato della porta di Silvestri.
Al 35’ gol a sorpresa del Verona che sfonda sulla sinistra e trova il gol con un’incursione del neoentrato Pessina. Difesa dei giallorossi da rivedere.
Ultimi cambi, entrano Calderoni per il Lecce e Bocchetti per il Verona.
Forcing forsennato del Lecce negli ultimi minuti che al 41’ si rende pericolosissimo con un tiro al veleno di Mancosu che l’estremo difensore del Verona riesce a deviare con le dita. Nel recupero ci prova ancora La Mantia ma è il Verona a portare a casa la vittoria.

I salentini rimangono a quota zero punti in classifica dopo le prime due giornate di campionato.