Foggia, si inasprisce la protesta degli agenti di polizia penitenziaria

0
125

Foggia – Continuano le proteste degli agenti di Polizia Penitenziaria aderenti all’OSAPP (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria), a seguito dell’ennesima aggressione ai danni di un agente, tutto il reparto è in stato di agitazione permanente. Da quasi un mese, infatti, il personale tutto, compreso quello del Comparto Ministeri, si sta astenendo dalla fruizione della mensa di servizio. Secondo quanto dichiarato dal sindacato, la protesta riguarda anche medici, infermieri e professori, operanti nel carcere, anch’essi preoccupati dalle attuali condizioni. Un potenziamento dell’organico, carente di circa 50 unità, questo chiedono i lavoratori che hanno aderito alla protesta, una mancanza che non garantisce il regolare svolgimento delle attività carcerarie mettendo a rischio, come si evince dai recenti fatti di cronaca, l’incolumità degli agenti. L’autorità di governo locale e dei vertici dell’amministrazione penitenziaria, al momento, sembra ignorare la protesta che ormai si protrae da oltre venti giorni. Non avendo, come da contratto del Comparto Sicurezza, altre forme di protesta da attuare, i poliziotti penitenziari di Foggia inizieranno “l’autoconsegna”, consistente nel trattenersi in Istituto anche al termine del servizio, continuando inoltre ad astenersi dalla mensa di servizio fino a quando dalle competenti autorità in ordine al potenziamento dell’organico mancante e all’installazione di sistema di sicurezza ausiliari quali videosorveglianza e automazione, ritenuti indispensabili per la sicurezza di operatori e struttura.

La visita ai posti di servizio e l’Assemblea sindacale dell’OSAPP con il Personale, già programmata per lo scorso 03 novembre, avrà luogo lunedì 13 a partire dalle ore 9 presso la Casa Circondariale di Foggia, in via delle Casermette n. 22.

Alle ore 12 è convocata la conferenza stampa cui interverranno il Segretario Generale OSAPP, Leo Beneduci, il Segretario Generale aggiunto, Pasquale Montesano, il Segretario Regionale per la Puglia, Nicola Di Nicoli, affiancato dai due vice segretari regionali, Luigi Paglia e Ruggiero D’Amato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *