Trepuzzi: ratti nel cortile della scuola e aule sporche. Infuria la polemica tra i genitori

0
536

img 5200Trepuzzi (Le) – Lo spettacolo indecoroso che si è presentato agli occhi degli alunni e dei genitori ieri mattina in una scuola elementare di Trepuzzi ha dell’incredibile. Parliamo dell’istituto comprensivo statale “Giuseppe Costantino Soz” dove, nella mattinata di ieri, i genitori e i bambini al loro arrivo  hanno trovato una sgradita sorpresa: ad attenderli nel cortile vi erano numerosi topi di grosse dimensioni, da qualcuno battezzati “topi – scoiattolo”, che passeggiavano tranquillamente lungo i marciapiedi e si rincorrevano da un albero all’altro indisturbati, suscitando sconcerto e indignazione tra i presenti.

Da qui l’iniziativa di alcune mamme di immortalare i roditori e contattare la polizia locale che, intervenuta, ha assicurato il tempestivo impegno da parte dell’amministrazione per risolvere la questione.

Ma i genitori non ci stanno. La presenza dei ratti è solo l’ultimo annoso problema della scuola “Giuseppe Costantino Soz”. Infatti già da tempo essi lamentano e denunciano  la scarsa igiene in cui versano le aule, la condizione pietosa dei bagni senza porte e il rischio che si possano infiltrare dei batteri dannosi per la salute dei bambini. La risposta delle autorità competenti è sempre la stessa: “Vi faremo sapere”.img 5199 La dirigenza scolastica, però,  avrebbe fatto sapere che, entro sabato 4 Ottobre,  si procederà con la disinfestazione dell’edificio mentre, per il risanamento dell’area esterna, si interverrà in un secondo momento, si auspica il più presto possibile.

I genitori si dicono stanchi dalla situazione precaria della scuola  che si protrae da anni e sono preoccupati per la salute dei propri figli, per i quali  chiedono solo garanzie di spazi dignitosi e decorosi, per evitare di incorrere in futuro in situazioni più gravi e spiacevoli.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCampi Salentina, dopo la debacle del 26 settembre l’Unione ci riprova
Next articleLecce, CreArt va a caccia di talenti visivi