Surbo prosegue il progetto “A voce alta” e arriva Elsa Valeria Mignone 

0
12
Surbo (Le) – “Quando pensammo, di concerto con i Cantieri Teatrali Koreja, di candidare questo intervento all’Avviso promosso dalla Regione Puglia denominato “Bellezza e Legalità”, con la pandemia che imperversava, l’idea di tornare a vivere questi momenti di crescita per un’intera comunità era una grande speranza. Oggi, che siamo giunti al secondo appuntamento e l’auditorium dell’Oratorio di via Fitto a Surbo è pieno dei ragazzi che frequentano l’Istituto “Elisa Springer” non possiamo che esprimere la nostra soddisfazione”. – afferma Martina Gentile, oggi vicesindaco della città di Surbo, progettista di “A voce alta”, il progetto che vede i Cantieri Teatrali Koreja impegnati nella costruzione di una grande opportunità di crescita per le scuole e le comunità coinvolte: ai ragazzi, infatti, è stata data l’occasione di fare pratica teatrale, approfondendo il tema della legalità, del rispetto delle regole, cercando di trasmettere i principi di antimafia sociale, impegno, rispetto della Carta Costituzionale.
Così, dopo un primo incontro con il Sen. Alberto Maritati sul tema della Costituzione, si prosegue con Elsa Valeria Mignone, procuratore aggiunto della Procura di Lecce.
“Un altro appuntamento di grande spessore e pienezza – prosegue Martina Gentile – che consentirà ai ragazzi delle terze dell’Istituto Comprensivo “Elisa Springer” di Surbo di approfondire il tema della legalità, questa volta con particolare attenzione ai reati ambientali e al consumo del suolo. Il progetto consentirà ai ragazzi di costruire i soggetti, grazie alla guida delle professionalità del Teatro Koreja, da portare in scena in uno spettacolo, attraverso il quale dare voce a chi ha profuso tutto il proprio impegno contro le mafie, senza risparmiare neppure se stesso. Un’idea di formazione della persona umana che vede unite istituzioni, agenzie educative e famiglie, per una comunità sempre più libera e consapevole” .