Novoli, un paese in cammino per celebrare il suo Santo Patrono, Antonio Abate. Oggi l’intronizzazione del Simulacro

0
693

Antonio Abate e la Focara

Intronizzazione S. Antonio AbateNovoli (Le) – La celebrazione vespertina odierna, nel santuario eretto a devozione del Santo Anacoreta, Antonio Abate, e l’intronizzazione del suo simulacro, danno ufficialmente inizio alle celebrazioni religiose (e civili, a latere) che culmineranno nel triduo del 16, 17 e 18 gennaio e che, ogni anno, a Novoli, fanno da “apripista” alle altre festività patronali che si snodano nell’ampia provincia di Lecce, nel corso dei 365 giorni.

Da oggi, e per nove giorni, la comunità cristiana godrà del suo kairòs, del suo momento di grazia. Da secoli si perpetra nella piccola cittadina del nord Salento, una tradizione che accoglie e raccoglie fedeli accorsi da ogni dove per ascoltare la Parola di Dio e rendere grazie al suo Signore, mediante il Sacramento Eucaristico, “segno certo di salvezza al popolo convocato in assemblea santa”.

“Sant’Antonio e le opere di misericordia” è il tema scelto per entrare teologicamente, biblicamente e spiritualmente, con contenuti dottrinali certi, nei misteri della fede cristiana, sapientemente condotti dal Predicatore, Padre Fabio Bastoni (Missionario Oblato di Maria Immacolata)

Gennarino carissimoA seguire, nel Teatro Comunale in piazza Regina Margherita, dalle ore 20.30, spazio a “Gennarino Carissimo – Le simmetrie dell’attesa”, recital di presentazione dell’omonimo libro di Anna Maria De Luca. Lo scambio epistolare tra Don Gennaro D’Elia, a lungo Parroco del Santuario di Sant’Antonio Abate, e il fratello Pietro, fotografo emigrato in Argentina, sarà il racconto portato in scena dall’associazione Festina Lente, grazie alle performance di Gigi Urru e Marcella Manno, dei ballerini di tango Stefania Filograna e Pino Belgioioso, di Maria Concetta Pino (pianoforte), Gaetano Spedicato (voce narrante) e del tenore Federico Buttazzo.

Il libro è anche vincitore del “Premio speciale per la memoria e le tradizioni popolari”, riconoscimento che verrà consegnato all’autrice il prossimo 10 gennaio nel corso della serata finale, sempre all’interno del Teatro di Novoli, dedicata al Concorso Letterario Internazionale “Nabokov”.