Novoli, si chiude il 20 giugno il Campus Teatrale Estivo. Festa finale in piazza

0
399

Finale Campus Estivo Teatro NovoliNovoli (Le) – Si chiude sabato 20 giugno alle ore 18.30 in piazza Regina Margherita, il primo Campus Teatrale Estivo realizzato dalle compagnie Principio Attivo Teatro e Factory Compagnia Transadriatica, nell’ambito del progetto di residenza teatrale Teatri Abitati, riconoscimento appena assegnato alle due formazioni, con il Comune di Novoli.

Il campus è stato guidato dagli operatori Francesca Randazzo, Silvia Lodi, Cristina Mileti, Otto Marco Mercante e Ilaria Carlucci.

Per due settimane 40 piccoli attori sono stati impegnati nella costruzione de “Il Lorax” spettacolo itinerante con un percorso che si articola da piazza Regina Margherita fino al giardino alle spalle della Drogheria delle Arti per poi ritornare in piazza per il finale.

I bambini si sono cimentati dal primo giorno in varie attività e dopo primi momenti di presentazione, sono stati coinvolti in vari giochi di accoglienza. Hanno lavorato sulla scrittura del testo, costruzione delle scene (recitazione, coreografie danzate, canti e accompagnamenti musicali) e sulla costruzione vera e propria delle scenografie con attività di vario tipo, dal cucito per creare oggetti e costumi, alla ideazione e costruzione di oggetti in cartone, legno, plastica.

La collaborazione delle famiglie in questo senso è stata preziosa: si è chiesto loro di svuotare ripostigli, soffitte e cantine per fornire svariati materiali (lana, vecchi vestiti, cucchiai di legno, bottiglie di plastica, giornali e riviste, cassette e scatolame vario).

I bambini hanno lavorato con impegno ed entusiasmo soprattutto mostrando il loro enorme stupore ogni qual volta fosse terminata una costruzione sia quando si è trattato di vedere il risultato di una scena corale e armonica il cui lavoro era partito dalle loro prime e semplici improvvisazioni, sia nel caso della costruzione delle scenografie, dove il loro stupore risiedeva nel vedere la trasformazione di oggetti inizialmente anonimi come scatole, gomitoli di lana o bottiglie divenuti forme altre e fantastiche. Si è  lavorato  insieme alla costruzione di alcune scene corali per lo spettacolo che vedano impegnati tutti i bambini e  poi anche in gruppi separati gestiti via via a rotazione per dare loro la possibilità di cimentarsi in ogni attività prevista e accostarsi alla presenza di nuovi compagni di lavoro.

Senza dubbio è stato interessante notare come il teatro ancora una volta si riveli un ottimo strumento d’integrazione ed esplorazione delle proprie capacità facendo conseguire ai bambini ottimi risultati in termini di apertura agli altri e collaborazione.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleFarfalle bicolore
Next articleConchiglie terra e mare