Novoli, al via le celebrazioni in preparazione alla festa della Compatrona. Questa sera torna a risplendere l’antico “puzzu te la Matonna”

0
2040

Pozzo Madonna del PaneNovoli (Le) – Novoli si accinge a vivere il solenne novenario in preparazione delle celebrazioni in onore di Maria Ss. Del Pane, in programma nei prossimi 16, 17 e 18 luglio 2016. 

Questa sera, alle ore 19.30, nella chiesa parrocchiale dedicata alla Vergine, in via Veglie, si terrà la solenne celebrazione eucaristica nel corso della quale sarà intronizzato il simulacro della Madonna.  Al termine seguirà la benedizione della riqualificata area de “lu puzzu te la Matonna”.

La restituzione ai suoi fasti dell’antico pozzo, la cui architrave risale alla fine del 1500, trova la sua origine già nel maggio 2015, per volontà dell’allora candidato sindaco Gianmaria Greco che volle inserire il recupero del pozzo fra i punti del suo programma elettorale. L’idea ha poi avuto forma ed attuazione grazie all’impulso dell’attuale presidente del Comitato Festa Massimo Potì che, insieme al parroco don Luigi Lezzi ed alla stessa Amministrazione Comunale, ha incoraggiato uomini e mezzi perché l’antico monumento tornasse al suo antico splendore.

Il progetto di riqualificazione, redatto dai geometri novolesi Bruno Piccinno e Giuseppe Ianne, interamente a costo zero per l’intera comunità novolese, è stato reso possibile grazie all’opera di volontariato delle ditte Epifani Costruzioni s.n.c., Fratelli Saponaro S.r.l., Epifaninfissi di Claudio Epifani, De Luca Alessandro Impianti e De Sarlo Antonio Giovanni.

Di fondamentale importanza anche la consulenza storica dell’editore Mario Rossi e del medico novolese e cultore di storia locale, Piergiuseppe De Matteis.

Rendering Pozzo 01“Siamo orgogliosi di aver contribuito alla riqualificazione di un simbolo fondamentale per la comunità novolese – ha dichiarato il Sindaco di Novoli, Gianmaria Greco -. Grazie al geometra Bruno Piccinno ed al suo collega Giuseppe Ianne per aver redatto il progetto. Grazie soprattutto a tutte le ditte che hanno collaborato volontariamente per devozione e senso di appartenenza alla comunità”.

“L’architrave del pozzo – dichiara Massimo Potì, presidente del Comitato festa – reca un’epigrafe in latino che così recita: ‘questo pozzo fu scavato con la colletta delle elemosine’. Si tratta di un’iscrizione che dimostra come in passato c’era una mirabile collaborazione tra il popolo e l’autorità del luogo. È proprio sullo spirito di questo messaggio che si è voluto realizzare questo progetto. Il Comitato,  oltre all’onore e all’onere assunto per realizzare al meglio i festeggiamenti della nostra patrona e protettrice Maria SS. del Pane, aveva in mente di realizzare qualcosa che potesse custodire al meglio quanto ereditato dai nostri avi. Tutto ha avuto inizio tre anni fa, quando, in una delle tante sere, dopo che ci eravamo riuniti per la programmazione della festa , ci sedemmo sui famosi gradini dell’azione cattolica e tra un racconto e l’altro iniziammo a guardare l’artistico ma desolato pozzo. Così nacque in noi quella voglia di fare che da lì a breve ci avrebbe portato a realizzare un progetto che potesse riqualificarlo. Le risorse non erano molte, ma sapevamo che la Madonna era dalla nostra parte.  L’idea piacque ai parroci, e subito iniziammo a cercare persone disponibili a dare il proprio supporto all’iniziativa.

Madonna del Pane NovoliIl nostro ringraziamento va anzitutto a don Giuseppe Spedicato, già parroco a Novoli, a cui piacque sin da subito l’idea, e al suo successore, don Luigi Lezzi, che ci ha permesso di concretizzarla. Ringraziamo l’Amministrazione Comunale per essere stata subito disponibile in materia di cultura del territorio. Grazie ai tecnici che hanno curato la progettazione e la direzione dei lavori. Infine un riconoscimento particolare alla ditta Epifani Costruzioni snc, che ha da subito preso a cuore l’iniziativa in quanto cresciuti nel rione sotto la guida spirituale del parroco-lavoratore don Giacchino Rizzo a cui si deve l’infinito grazie per aver realizzato quella che oggi è sede delle attività parrocchiali. A supporto della ditta Epifani, – ha concluso Potì – ci sono state altre ditte che hanno curato diversi particolari indispensabili alla riqualificazione dell’area, per questo il nostro grazie va anche a loro, senza i quali l’opera non si sarebbe potuta terminare e ai vari devoti che hanno collaborato in vari modi. Grazie a tutti, siamo certi che Maria SS. del Pane ricompenserà tutte queste persone che hanno operato nel massimo silenzio e nell’umiltà. Buona festa a tutti”.

Giovedì 7 luglio una fragorosa salve a devozione di Pierangelo Ingrosso annuncerà l’inizio della novena che, quest’anno, sarà predicata da Padre Luca Fracasso, superiore della Comunità dei Padri Passionisti di Novoli. Tema della predicazione: “Maria Madre della Misericordia”.

Ogni giorno, e fino al 15 luglio, ci saranno celebrazioni eucaristiche alle ore 7.30 – 18.30 – 20. Lo stesso padre Luca, durante il novenario, avrà cura di visitare gli ammalati ed incontrare le associazioni novolesi per un momento di conoscenza ed approfondimento della Parola di Dio.