Mental coaching: la marcia in più dello sport, se ne parlerà il 30 novembre a Salice

0
266

locandinaMentalCoachin

Salice Salentino (Le) – Gli sportivi vincono con la testa oltre che col corpo e con l’abilità. Questo è un concetto ormai largamente condiviso, tant’è che le società agonistiche si dotano di professionisti preposti ad allenare la mente. Una di queste figure è quella del mental coach, colui che fornisce strumenti per migliorare le prestazioni atletiche, facendo sì che lo sportivo instauri un rapporto più proficuo con sé stesso e con i compagni di squadra.

Il ruolo del mental coach sarà illustrato da chi lo svolge sia nel campo del business che in quello artistico e in quello sportivo, cioè dalla dottoressa Antonella Santi, mercoledì 30 novembre, a Salice Salentino, in un dibattito organizzato dall’associazione culturale Salic’è.

Si metterà a fuoco, fra l’altro, la capacità di creare stimoli interiori per allontanare la svogliatezza e la stanchezza, si analizzeranno i fattori psicologici che sono dietro alla formazione di un campione dello sport, si sveleranno i segreti per arrivare preparati psicologicamente a una prestazione.

Al dibattito parteciperanno il maestro di tennis Vincenzo Vergallo e Rocco Antonio Bortone, giocatore ed ex presidente della Lupiae team Salento, squadra di basket in carrozzina. Modererà il dibattito, il giornalista Francesco Buja. Appuntamento dunque in via Vittorio Emanuele II, alle 20.20