Martedì “allacciate le cinture”: anteprima del film di Ozpetek a Lecce

0
394

F. OzpetekLecce – Ci siamo! Finalmente domani, martedì 4 marzo, l’attesissimo debutto salentino del nuovo film di Ferzan Ozpetek “Allacciate le cinture”, che si terrà presso la Multisala “Massimo” in via Lo Re. Il regista turco, al contrario dell’attore francese Gerard Depardieu, protagonista delle polemiche alla movida leccese, ha sempre dichiarato di essere innamorato della città Barocca e di sentirsi un po’ a casa sua.

Questo legame, d’altronde, si era fortificato già nel 2010 quando il Sindaco di Lecce, Paolo Perrone, volle conferire la cittadinanza onoraria al regista di “Mine Vaganti”, interamente girato tra Lecce ed il territorio annesso alla provincia.

Anche stavolta Lecce è stata la “prediletta” per molte riprese che si sono tenute tra maggio e agosto dello scorso anno; come quest’ultima, però, anche Maglie, Otranto e Torre Guaceto sono finite sotto l’occhio della macchina da presa.
Domani sera, dunque, l’anteprima del nuovo film di Ozpetek con un cast d’eccezione: Kasia Smutniak, Francesco Arca, Carolina Crescentini, Elena Sofia Ricci, Luisa Ranieri, Giulia Michelini e Filippo Scicchitano, solo per citarne alcuni.
“Un film sugli amori, il tempo, l’amicizia; un film sulla vita”, come ama definirlo lo stesso regista, che qualche mese fa abbiamo incontrato alla Feltrinelli di Lecce per il suo esordio letterario, il romanzo “Rosso Istanbul”, un libro che racconta la vita della madre.
“Allacciate le cinture”, che sarà in tutte le sale italiane dal 6 marzo, è distribuito da “01 Distribution”, prodotto da R&C Produzioni, Faros Film, in collaborazione con Rai Cinema e il sostegno dell’Apulia Film Commission.

Ma qual è la trama di questa ultima fatica di Ozpetek?
Nell’arco narrativo di tredici anni viene raccontato l’amore che lega Elena a due uomini: Antonio e Fabio. Il primo è un amore passionale e turbolento, a causa dei diversi caratteri e delle diverse visioni del mondo, il secondo è un amore platonico dettato da una profonda e pura amicizia. I due uomini saranno spesso in contrasto, anche a causa della marcata omofobia di Antonio. Antonio e Fabio segneranno inesorabilmente la vita di Elena e i rapporti familiari e amicali che li circondano.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleOtto marzo: nel giorno della Donna per la Donna
Next articleIl sottosegretario Teresa Bellanova a Trepuzzi per discutere la questione Omfesa