Mandorle: senza esagerare, riducono la fame e non aumentano il peso

0
448

MandorleEsistono molti luoghi comuni sulla frutta secca, secondo i quali essa sarebbe da evitare in soggetti che tendono ad ingrassare o che hanno bisogno di perdere peso.

È vero che noci, noccioline e mandorle tostate forniscono un notevole apporto calorico rispetto ad altri alimenti, a parità di peso. Ogni 100 grammi di frutta sgusciata si passa dalle 580 calorie delle mandorle e delle noccioline, alle 660 delle noci,  visto che contengono pochissima acqua e rilevanti quantità di grassi.

I grassi (o lipìdi) godono di pessima fama, ma è necessario sapere che il loro apporto  è indispensabile all’organismo e quindi, entro certi limiti, salutare; inoltre bisogna saper distinguere tra diversi tipi di grassi.

Si passa dai grassi di origine animale (il cui abuso provoca l’aumento del tasso ematico di colesterolo, aterosclerosi e altre malattie del circolo), a quelli che nelle etichette degli alimenti sono definiti “grassi vegetali”, quali olio di palma, palmisto e cocco. Questi ultimi sono molto diffusi in quasi tutti i prodotti alimentari industriali quali merendine, biscotti e dolciumi vari, soprattutto a causa del loro basso costo. Peccato che essi, con pudore definiti vegetali per richiamare alla mente nobili grassi quali il nostro olio d’oliva, siano sospettati – in caso di abuso – di favorire patologie potenzialmente gravi quali la sindrome metabolica o altri disordini a livello del fegato.

La frutta secca contiene però un tipo di grassi (gli acidi grassi mono-insaturi) molto meno pericolosi; essi anzi sembrano indurre un miglior controllo del livello di colesterolo nel sangue. E’ inoltre ricca di sali minerali e vitamina E, oltre ad altre sostanze con proprietà anti-ossidanti.

Recentemente è stato pubblicato uno studio che sembra riabilitare il loro consumo anche dal punto di vista dell’apporto calorico, se usate con moderazione, magari nei cosiddetti “spuntini” tra un pasto e l’altro. Quella degli spuntini sta diventando una consuetudine molto diffusa durante le nostre giornate piene, quando abbiamo bisogno di allontanare il momento del pasto; è quindi importante scegliere tra gli alimenti che ci permettano di non esagerare con le calorie: le mandorle sembrano essere ideali! Lo studio ne ha osservato i benefici non solo in chi le mangiava durante il pasto, ma anche in pazienti che le consumavano addirittura durante gli snak. Consumarne circa 40 grammi, tostate e seppur leggermente salate, non fa aumentare di peso e offre i benefici illustrati precedentemente; questo probabilmente avviene anche grazie alla sensazione di sazietà che accompagna il loro consumo e che permane nel tempo. Rimane solo un grosso ostacolo: riusciremo a sfuggire – noi e i nostri figli – agli ammalianti richiami degli spot pubblicitari?

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLerda: “L’azione del gol concesso è l’unico rammarico”
Next articleLecce-Gubbio, l’analisi: squadra che non segna, non vince